Stanche di dover ascoltare le pressioni di coloro che vi ricordano che il vostro orologio biologico sta ticchettando sempre più velocemente? Questa ricerca fa per voi.

Un recente studio pubblicato dal Population and Development Review ha infatti evidenziato come i vantaggi dei bambini nati da donne over 40 siano in realtà superiori alle iniziali difficoltà.

Il Max Planck Institute for Demographic Research e la  London School of Economics hanno studiato circa un milione e mezzo di svedesi, uomini e donne, nati tra il 1960 e il 1991. Dai risultati è emerso che i figli delle madri sopra i 40 anni avevano una serie di caratteristiche positive: altezza maggiore, miglior stato di salute e livelli di istruzione più elevati. Inoltre avevano punteggi più alti rispetto ai fratelli maggiori nei test che erano stati appositamente somministrati ai fini della ricerca.

Le motivazioni principali di questi vantaggi potrebbero risiedere in un globale miglioramento delle condizioni di vita nel mondo occidentale nel corso del tempo, un mix progressi medici e culturali.

L'obiezione principale che può essere mossa a questo studio riguarda le peculiarità del welfare svedese, che ad esempio garantisce un'istruzione pubblica per molti più anni. Sarebbe interessante replicarlo in realtà come il Regno Unito e gli Stati Uniti, dove un numero sempre più maggiore di donne sceglie di posticipare la gravidanza per raggiungere prima una realizzazione economica e professionale.

In generale, sembra che i benefici siano superiori a eventuali avversità quali il rischio più alto di sindrome di Down, diabete gestazionale o ipertensione. Gli autori sottolineano però l'importanza di parlare non solo di questi rischi ma anche dei vantaggi riscontrati. Questo permetterebbe un ripensamento culturale del concetto di gravidanza "over 40" e allenterebbe la pressione sociale sulle donne.