Arriva la bella stagione e con essa la voglia di scoprire le gambe. E come sempre, puntuale si ripresenta il problema della depilazione. Volete che le vostre gambe siano lisce e depilate a lungo ma avete paura della dolorosissima ceretta. E allora, ceretta si o ceretta no? Provate la ceretta araba! Si tratta di un tipo di depilazione molto facile, delicata, indolore e che si può fare tranquillamente anche a casa.

La ricetta della ceretta araba arriva dalla tradizione dei paesi del Medio Oriente, dove le donne da secoli si tramandano gli antichi rituali di bellezza. Si pensa che persino Cleopatra la conoscesse e ne facesse uso. A differenza della ceretta tradizionale, la ceretta araba usa degli ingredienti naturali, facili da reperire in qualsiasi supermercato, e promette uno strappo indolore che non provoca irritazioni, ma allo stesso tempo dura a lungo tanto quanto quella occidentale.

Ecco gli ingredienti per prepararla a casa:

  • 1 bicchiere d'acqua

  • 1 bicchiere di zucchero

  • 2 cucchiai di miele

  • 1 cucchiaio di sale

  • il succo di ½ limone

Mettete tutti gli ingredienti in un pentolino e con fiamma vivace portate ad ebollizione. Abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 10 minuti mescolando con un cucchiaio di legno e quando vi accorgete che il composto prende un bel colore ambrato spegnete e togliete dal fuoco. Lasciate raffreddare il composto e formateci delle palline.

Ecco come usarla:

Prendete una pallina di cera e spalmatela sulla zona da depilare. Fatela aderire bene e poi strappatela via così com'è, senza utilizzare strisce o altro. Molto facile, non trovate?

Se vi avanza della cera non buttatela via, mettetela in frigorifero avvolta nella pellicola trasparente o dentro un sacchetto per alimenti. Quando dovrete usarla di nuovo scaldatela leggermente sul fornello.

Potete usare la ceretta araba  per depilare le gambe, ma non solo. Poiché è adatta per qualsiasi parte del corpo., data la sua delicatezza, è particolarmente indicata per le parti sensibili come le ascelle o la zona bikini.