Se guardandovi allo specchio notate il persistere di un colorito rosaceo all'altezza delle guance, probabilmente vi trovate a combattere contro la couperose. Questo antiestetico problema è causato da una dilatazione anomala di venuzze e capillari sottocutanei che creano rossore all’altezza delle guance, degli zigomi e delle ali del naso, creando la tipica forma a farfalla. Solitamente le pelli più soggette alla couperose sono quelle particolarmente secche o eccessivamente seborroiche, oltre che le pelli molto chiare.

E’ necessario intervenire immediatamente, non appena vi accorgete che il rossore al viso non è dovuto alla manifestazione di stati di timidezza, bensì è causato dalla couperose, in caso contrario si corre il rischio di peggiorare la situazione ed incorrere in episodi di acne rosacea. I rimedi da adottare possono essere tanti e naturalmente l’alimentazione e lo stile di vita influiscono molto sul persistere delle couperose, tuttavia è possibile agire anche dall'esterno con trattamenti cosmetici o micro-chirurgici. Ma vediamo meglio nel dettaglio come è possibile intervenire.

  • Fitoterapia contro la couperose: la fitoterapia interviene nella cura della couperose in maniera molto efficace, in particolar modo i frutti di bosco (assunti sotto-forma di integratori) ed il mirtillo in primis, sono una riserva inestimabile di sostanze vaso-protettrici rendendo così i capillari più forti e migliorando la micro-circolazione.
  • Vitamina C: la vitamina C sappiamo bene che ha un ruolo importante nella sintesi del collagene che sostiene i capillari ed evita in questo modo la comparsa della couperose. La vitamina C  può essere assunta in integratori, ma è consigliabile prenderla dalla frutta fresca (arance, kiwi, fragole..) o dalle verdure (pomodori, broccoli, peperoni..).
  • Vitamina P: questa vitamina è fondamentale nella cura della couperose, poiché contribuisce alla permeabiltà dei capillari, il ribes nero ne è una fonte inestimabile, ma più in generale tutti i frutti rossi.
  • Impacchi a base di camomilla: la camomilla ha un forte potere lenitivo, che potrebbe rivelarsi utile come coadiuvante di trattamenti riducendo il tipico rossore.
  • Creme per il viso: è consigliabile applicare sul viso una crema specifica che sia in grado di lenire i rossori, in particolare prestate attenzione che contenga centella asiatica, escina e vitamina C. batate anche che contenga filtri per i raggi UV, nemici dei capillari. Anche un corretta detersione del viso contribuisce a lenire la couperose, sono sconsigliato tutti i prodotti troppo aggressivi, mentre sono particolarmente indicate le soluzione a base di acqua termale.
  • Un sano stile di vita: la comparsa della couperose talvolta è dovuta ad uno scorretto stile di vita, dove l’assunzione eccessiva di alcol, l’utilizzo di prodotti aggressivi, lo stress o esposizione eccessiva al sole provocano la dilatazione dei capillari rendendoli visibili sulla cute.
  • Trattamenti laser: qual’ora la couperose fosse particolarmente visibile possono essere presi in considerazioni trattamenti laser (laser Kpt e Dye laser) o trattamenti di luce pulsata; occorreranno dalle due o tre sedute per risolvere il problema.