In Italia il 70% delle donne si tinge i capelli con una media di 6-8 volte l'anno. Coprire i capelli bianchi, cambiare look, donare riflessi alla chioma o illuminarla, tra le motivazioni principali di chi ricorre alle colorazioni fai da te o dal parrucchiere. Ma che sia la prima volta o l'ennesima copertura della ricrescita, il desiderio di andare sul sicuro non cambia

Qui troverai 1 0 cose da sapere prima di procedere con la tinta , a casa o dal parrucchiere, che tu sia una “novellina” nel campo o una vera e propria “veterana”. Prendere alcune precauzioni e tenere presenti dei piccoli accorgimenti garantisce sempre un risultato impeccabile.

Dal parrucchiere

1. Se hai deciso di schiarire i capelli, è meglio rivolgersi ad un salone di esperti
In questo caso, infatti, è bene optare per una consulenza esperta, specialmente se si desidera ottenere un effetto dinamico e multidimensionale. In alternativa, non volendo rinunciare al fai da te e puntando a fare economia, esistono numerosi metodi naturali per schiarire i capelli che non comportano nessuno rischio, come lo shampoo alla camomilla.

2. Non cambiare colore tutto in una volta
Decolorare oltre tre toni in una sola seduta sola significa usare alti livelli di ossigeni molto aggressivi. Meglio, invece, fare una prima schiaritura intermedia, lasciar passare qualche settimana e procedere poi con una seconda schiaritura.

3. Comunica ciò che NON ti piace
Come spesso accade in fatto di gusti, è più facile avere le idee chiare sui colori che non piacciono piuttosto che su ciò che si vuole. Alcune donne possono non gradire la tinta netta e piena, altre nuance in contrasto, altre ancora gradazioni sfumate e così via. Essere chiari sin da subito su ciò che non vogliamo, aiuterà il parrucchiere a rispondere meglio alle nostre esigenze estetiche. Quindi, via la timidezza!

4. Porta le foto dei look che vorresti
Tra internet, giornali, social e brochure nei vari saloni oggi è facile centrare l'obiettivo. I parrucchieri saranno ben contenti di vedere su foto l'effetto del colore che desideri piuttosto che sentirlo raccontare a parole.

A casa col fai da te

5. Sì alla tintura fai da te per i colori scuri e monodimensionali
Il settore delle tinte fai da te ha fatto grandi passi in avanti, riuscendo a garantire un risultato finale quasi professionale. La tinta fatta in casa è perfetta per i colori scuri e monodimensionali, che mirano semplicemente a coprire i capelli bianchi o a cambiare colore senza voler riprodurre effetti e giochi di luce troppo impegnativi.

6. Quali formulazioni scegliere?
Per le tinte fatte in casa è sempre meglio prediligere formulazioni liquide o in gel. Quelle in mousse e spuma, infatti, tendono a non penetrare a fondo, se non applicate in modo corretto, non riuscendo quindi a promettere una copertura ottimale.

7. Mai acquistare una sola confezione di colore
Se è la prima volta che tingi i capelli in casa non fare l’errore di acquistare una sola confezione di prodotto. Comprane sempre almeno due per regolarti poi in seguito con la quantità di colore necessaria per coprire la lunghezza dei tuoi capelli e non rischiare di avere sezioni di chioma “scoperte”!

8. No allo shampoo prima della tintura
Mai applicare la tinta su capelli freschi di shampoo. Gli oli naturali del capello, infatti, agiscono da cuscinetto tra il cuoio capelluto e le sostanze chimiche contenute nella formula della tinta.

9. Sì a maschere ed impacchi una volta alla settimana
I capelli colorati hanno bisogno di più attenzione e nutrimento rispetto a quelli naturali. Una volta alla settimana esegui una maschera nutriente e ristrutturante specifica per capelli tinti oppure procedi con un impacco all’olio di cocco, l’ideale per idratare il capello in modo naturale.

10. Attenzione allo shampoo
E’ bene scegliere sempre uno shampoo specifico per capelli trattati e colorati, che sia in grado di valorizzare i riflessi del nuovo colore e di non aggredire troppo il capello.