Per capelli da favola basta seguire la ricetta di bellezza della principessa Sissi.  

Più che principessa, parliamo dell'imperatrice Elisabetta d'Austria, chiamata impropriamente principessa per via della miniserie degli anni ottanta. 

Come tutti sanno, lei era ossessionata dai suoi capelli che erano lunghissimi. Le arrivavano addirittura al malleolo. 

Purtroppo la sua era una vera e propria malattia : soffriva di depressione, anoressia ed era fondamentalmente schiava dei propri capelli e del proprio corpo. Il suo disagio interiore ha portato il suo culto della bellezza a livelli estremi, insopportabili per ogni essere umano.

Sissi impiegava tre ore al giorno per pettinare e acconciare i capelli.

 Ovviamente questo era un compito riservato alla sua parrucchiera personale, Fanny, che aveva scaltramente escogitato dei trucchi per accontentare le follie della sua imperatrice. 

Per lavare i capelli, l'imperatrice d'Austria impiegata addirittura una giornata intera . Questa occasione avveniva una volta ogni tre settimane (lasso di tempo più che consueto per l'epoca) ed era un vero e proprio avvenimento speciale. 

Le serve di Sissi preparavano la sua famosa mistura fatta di quindici tuorli d'uovo e cognac che poi applicavano su tutta la chioma dell'imperatrice per lasciarla in posa per più di un'ora. I tempi di risciacquo e asciugatura andavano dalle sette alle dieci ore. 

Di sicuro il suo esempio non è consono ai tempi che corrono, ma la sua ricetta di bellezza è ancora replicabile e con risultati davvero spettacolari. 

Basta mischiare due o tre tuorli d'uovo, mezzo limone e rhum o cognac, massaggiare sulla cute e lasciare in posa mezz'ora. Dopo, però, bisogna risciacquare con acqua fredda per evitare di cuocere i tuorli e mandar via l'odore di uova che altrimenti rimarrebbe sulla testa. 

Questa ricetta non solo è un ottimo impacco per capelli rovinati, ma è un'ottima alternativa naturale allo shampoo.

Non è possibile visualizzare questo media terze parti senza prima aver prestato consenso all'uso dei cookie Clicca qui per vedere il video o l'elemento multimediale incorporato