Idratare i capelli è il primo passo da fare per averli sempre morbidi, elastici e forti. Ma più di tutti sono i capelli ricci ad avere maggiore necessità di essere curati con più attenzione poiché naturalmente più secchi, fragili e deboli

Una corretta idratazione deve riguardare tutto il capello, dalle radici alle punte. Per questo motivo occorre innanzitutto dividere la capigliatura in più ciocche così che qualsiasi prodotto utilizzato possa essere distribuito uniformemente e possa agire al meglio. 

Ci sono tanti metodi di idratazione che possono risultare ottimali in questo senso, ma quello che riteniamo sia uno dei più validi è senza dubbio il famoso metodo LOC . L'acronimo deriva dall'unione delle iniziali delle parole liquido/leave-in+olio+crema idratante. Seguendo questo metodo potrai definire al meglio i tuoi capelli ricci, vediamo insieme tutti i passaggi.

Primo Passo: Fase L (liquido o leave-in) 

La prima cosa di cui hanno bisogno i capelli ricci è l'acqua. Usa però acqua minerale , poiché quella del rubinetto potrebbe risultare troppo ricca di calcare.

Procurati uno spruzzino e riempilo con acqua minerale, non esagerare nella quantità, considera che dopo due giorni nell'acqua potrebbero iniziare a proliferare dei batteri.

Inumidisci i capelli senza bagnarli troppo, aggiungi se vuoi dell'Aloe Vera, un toccasana per la tua capigliatura.

In alternativa all'acqua puoi usare un leave-in ovvero un balsamo a base d'acqua che non necessita di risciacquo.


Secondo Passo: Fase O (olio)

Forse non tutti sanno che i capelli ricci trattengono poca acqua, o meglio l'acqua evapora più velocemente. L'utilizzo di un olio permette di creare una barriera così che l'acqua evapori meno velocemente e possa idratare il capello. Saranno sufficienti poche gocce di un qualsiasi olio vegetale per ottenere un risultato ottimale. I migliori sono l' olio di di oliva, di cocco, di semi di lino, di germe di grano o di mandorle dolci. Se preferisci puoi usare anche una sostanza più corposa come il burro di karitè, di avocado o di mango . Ricorda quindi che gli oli (o il burro) non hanno la capacità di idratare i capelli, ma di trattenere l'acqua, è pertanto fondamentale usarli sui capelli bagnati e non asciutti, come erroneamente tanti fanno.

Terzo Passo: Fase C (crema idratante)

L'ultimo passo da fare è quello di applicare una crema idratante dopo aver messo l'olio. La crema idratante ha la funzione di apportare tutte quelle sostanze acquose ed oleose di cui il capello necessita . Applica la crema insistendo sulla lunghezza e le punte , puoi tranquillamente lasciare la cute poiché le ghiandole sebacee apportano tutta l'idratazione necessaria. 

E' importante scegliere un'ottima crema idratante e per farlo leggi attentamente l'etichetta e controlla che nella lista dei componenti vi siano per primi un olio o burro e subito dopo acqua.