Menù

Balayage biondo: come si fa e a chi sta bene

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il balayage biondo è una tecnica di schiaritura dei capelli che punta a creare un gioco di volumi e di luci per illuminare le lunghezze con un effetto “baciato dal sole”. A differenza dello shatush, il balayage biondo risulta più naturale, perché la decolorazione viene eseguita su punti strategici della chioma.

Il balayage, pronunciato: balejasch [balɛjaʒ], è diventato famoso solo di recente. La parola proviene dal verbo francese balayer, che significa spazzare o spazzolare, che deriva dal metodo di lavorazione delle striature nei capelli.

Invece di separare le singole sezioni di capelli, le ciocche vengono tenute sciolte in una mano e tinte con il colore. Il movimento che viene effettuato dal parrucchiere per tingere i capelli ricorda l’azione appunto, di spazzare. Con questa tecnica è possibile creare miscele di colori di varie intensità e donare alla chioma un aspetto radioso e vivace.

L’attaccatura dei capelli solitamente non viene toccata: il colore è applicato infatti sulle lunghezze e alle estremità, in particolare sulle sezioni che incorniciano il viso. Le transizioni di colore sono fluide e morbide e il risultato finale è davvero molto naturale.

Leggi anche: tutto ciò che devi sapere sulle ciglia finte

Balayage biondo: come farlo?

balayage come si fa
Credits  

La variazione più semplice del balayage potrebbe anche essere fatta a casa. Per prima cosa, bisogna scegliere bene la tonalità di colore che desideriamo sulla nostra chioma. Poi, come in ogni colorazione, o meglio in decolorazione, si deve prestare molta attenzione alle istruzioni per non rovinare o peggio, bruciare i capelli.

Come si fa il balayage?

Il balayage, infatti, si esegue su tutta la testa e quindi su tutti i capelli, non solo su una porzione; per realizzarlo, di solito il parrucchiere procede dividendo i capelli partendo dalla sommità della nuca, formando una specie di stella con le varie ciocche. Porzione dopo porzione il parrucchiere procederà a mano con la decolorazione, schiarendo i capelli di alcuni toni e posizionando il colore nei punti giusti, in modo da valorizzare il movimento dei vostri capelli.

Tutorial  balayage capelli corti

In realtà, se sei un po’ pratica di tinte, puoi anche decidere di eseguire il balayage a casa seguendo questi semplici passaggi:

  • pettina per bene i capelli e dividili in più zone, aiutandoti con delle mollette;
  • ogni zona si suddivide in dei quadrati uguali;
  • ogni quadrato di capelli va raccolto in codini;
  • la base vicino alle radici di ogni codino va avvolto accuratamente con della carta stagnola, lasciando le punte della lunghezza voluta;
  • miscela il decolorante seguendo attentamente le istruzioni riportate sulla confezione;
  • applica il decolorante sui capelli fuori dalla carta stagnola, aiutandoti con un pennello;
  • dieci minuti prima del termine indicato nelle istruzioni del decolorante, togli la carta stagnola e passa sulla chioma un pettine a denti larghi, togliendo gran parte di decolorante;
  • se il colore base non è quello naturale, si andrà ad eseguire la colorazione delle radice dopo aver effettuato il lavaggio delle punte, senza dimenticati di sfumare il passaggio;

Sui capelli corti la procedura è ancora più semplice e consiste nel pettinare cotonando i capelli dalle radici per formare delle ciocche, che si andranno a colorare nella tonalità desiderata. Se necessita si andrà a modificare anche il colore base.

Leggi anche  Maschera al cacao per il viso e per i capelli: come prepararla?

Invece, un fai-da-te è assolutamente sconsigliato sui capelli lunghi e molto ricci in quanto sarà difficile e faticoso eseguirlo. Solo un esperto professionista con tantissima esperienza potrà eseguire un passaggio di sfumature delle tonalità corretto, in quanto le pennellate devono essere molto leggere e commisurate per creare una sfumatura senza macchie.

Loading...

Tipi di balayage

tipi di balayage
Credits  

Il balayage si realizza preferibilmente su capelli naturali rispettando il colore di base. È particolarmente adatto ai colori medi e chiari, quindi capelli castani e biondi che vengono schiariti di uno o due toni. Si può anche realizzare su capelli rossi o scuri.

Balayage capelli biondi

Il balayage più conosciuto è senza dubbio quello sui capelli biondi; le ciocche bionde possono passare da un colore chiarissimo al dorato e avere delle sfumature platino, sabbia e caramello. Sui capelli castani la scelta può ricadere su un castano chiaro, un biondo cenere, spingendosi fino al biondo dorato. Se il castano è scuro, può andare bene anche la scelta della tonalità del mogano.

Balayage capelli scuri

Sui capelli scuri l’effetto del balayage è molto apprezzato. Le sfumature potranno essere leggermente ramate o si potrà scegliere tra il color nocciola, cioccolato, caffè e cognac. Esiste una versione particolare di balayage che viene applicata esclusivamente sui capelli scuri: il “tiger eye”. Il nome prende origine da una pietra dura, detta proprio “occhio di tigre”. L’effetto si ottiene mescolando sui capelli scuri i toni del caramello, del miele, fino a toccare il colore della terracotta e della terra.

Balayage capelli rossi

Sui capelli rossi invece, specialmente se sono di una tonalità calda, l’effetto renderà più luminoso il colore naturale se scegliamo di utilizzare una colorazione vicina al colore della base, mentre se optiamo per le tonalità di biondo, il rosso sarà più chiaro o aranciato.

Balayage a chi sta bene?

Il più grande beneficio del balayage è che sta bene praticamente a tutte. Solo in 3 casi, il balayage non è consigliato:

  • sui capelli neri: poiché il risultato non sembrerà per niente naturale;
  • sui capelli corti: perché il balayage sui capelli corti prevede un passaggio delle sfumature verticale e perciò a volte non basta la lunghezza per eseguirlo correttamente;

E’ sempre meglio optare una chioma con capelli lunghi e ondulati oppure per un taglio scalato per avere un risultato armonioso. Su un taglio dritto, il balayage ricorderà molto la tecnica dello shatush, ma l’effetto sarà sempre e comunque molto bello.

A seconda della scelta del colore si possono creare moltissimi look: da uno più classico e discreto, ad un look all’avanguardia. Questa tecnica di colorazione è adatta a tutte le età. Per le persone più adulte in presenza di capelli bianchi l’unica precauzione sarà che le radici andranno ritoccate spesso, in quanto potrebbero sbilanciare l’armonia della sfumatura.

Leggi anche: come disegnare le sopracciglia in base alla forma del tuo viso

Articoli da leggere:

Loading...
Advertisement
Top