Quando hai bisogno di ritrovare il giusto equilibrio tra corpo e mente, la soluzione migliore è quella di ricorrere ai “Detox Bath”, ovvero bagni derivativi che purificano corpo e mente. Il processo di purificazione avviene attraverso la sudorazione e la pulizia della pelle. Sono diverse, infatti, le scuole di pensiero che associano la pelle ad una sorta di terzo rene, la cui funzione depurativa è data appunto dal sudore che espelle tutte le tossine nocive per la salute. Ma capiamo meglio cosa sono i “Detox Bath”.

I “Detox Bath”, o bagni derivativi, fanno parte degli antichi rimedi disintossicanti e si basano fondamentalmente nell’immergersi in vasche riempite con dell’acqua calda così da attivare la sudorazione. Nell’acqua vengono disciolte delle sostanze che saranno poi assorbite attraverso l’epidermide e che avranno la funzione di nutrire il corpo nelle sue necessità.  Prima di effettuare un “Detox Bath” occorre preparare il corpo nel giusto modo. Innanzitutto poiché i bagni depurativi prevedono una sudorazione importante, è bene bere molta acqua prima di immergersi nella vasca, così da evitare stati di disidratazione. Inoltre occorre preparare anche la pelle, trattandola possibilmente con una spazzola morbida che porti via tutte le cellule epiteliali superficiali, quelle ormai morte e che trattengono ancore sostanze tossiche. È consigliabile inoltre praticare un massaggio al sistema linfatico così da migliorare la disintossicazione; basteranno solo 5 minuti, posiziona le dita sotto le orecchie e tira, delicatamente, la pelle verso la parte bassa della nuca, rilascia e ripeti posizionandoti gradualmente verso il basso; quando sarai arriva alla base del collo posizionati sotto le clavicole e massaggia delicatamente. Ora sei pronta per un “Detox Bath”, puoi scegliere quello che preferisci a seconda delle profumazioni o in base ai benefici che apporta alla tua salute, vediamo i più diffusi.

“Detox Bath” allo zenzero

La radice di zenzero è un rimedi naturale diffusamente utilizzato ed è usato anche nei bagni depurativi. Ha la capacità di attivare la sudorazione e dopo il bagno rilascia aumenta l’energia e rilascia una sensazione di freschezza. Per preparare un bagno a base di zenzero occorre versare un cucchiaio di zenzero in polvere, o 70 g nel caso si usi quello fresco, nella vasca da bagno riempita con dell’acqua calda. Quindi ci si immerge per circa 20 minuti in totale relax. Devi sapere che lo zenzero attiverà la sudorazione anche quando sarai uscita dall’acqua per circa un’ora, perciò, dopo il bagno, indossa un accappatoio o abiti leggeri. Data la massiccia sudorazione che lo zenzero attiva, ricorda di bere tanta acqua anche dopo aver fatto il bagno derivativo.

“Detox Bath” ai sali Epson

Un bagno ai sale è sicuramente uno dei più rilassanti e disintossicanti. Il sale sappiamo avere proprietà depurative per la pelle che vengono amplificate quando si tratta di sali Epson, che all’azione disintossicante associa quella distensiva di tutti i muscoli del corpo. Aggiungi circa 400 g di sali Epson all’acqua della vasca da bagno e lascia che si disciolgano. Quindi immergiti e rilassati completamente, sentirai i muscoli distendersi ed un senso di tranquillità dato anche dalla capacità del sale Epson, usati nei bagni, di tenere a bada la pressione sanguigna.

“Detox Bath” al bicarbonato di sodio

Ideale nei periodi in cui si è sottoposti a forte stress, il bagno derivativo a base di bicarbonato di sodio, oltre ed eliminare le tossine, aiuta anche a far scivolare via le tensioni. Non scordare infatti che lo stress è anch’esso una forma di intossicazione della mente che si ripercuote anche sul corpo. Affinché il bagno abbia un’efficacia amplificata è consigliabile aggiungere anche il sale Epson, quindi prepara il tuo bagno derivativo usando la proporzione di 1 parte di sale e 2 parti di bicarbonato di sodio. Immergiti per circa mezz’ora e rilassati completamente. Con questo bagno la pelle potrebbe però risultare un po’ secca, è possibile quindi aggiungere qualche goccia di glicerina per bilanciare l’effetto del sale e del bicarbonato.

“Detox Bath” agli oli essenziali

Se vuoi trasformare un bagno derivativo in un’esperienza sensoriale aggiungi all’acqua qualche goccia di olio essenziale. Ideale da fare dopo una stancante giornata di lavoro, scegliendo la fragranza di cui si ha più bisogno, ad esempio se si ha voglia di rilassarsi e calmarsi è bene preferire l’olio essenziale alla lavanda, al quale si può aggiungere quello al rosmarino e camomilla in caso di mal di testa; oppure l’olio alla menta peperita se si ha bisogno di defaticarsi e far scivolare via lo stress, oppure l’olio al legno di cedro se attraversa stati depressivi. Aggiungi 10-20 gocce di olio essenziale all’acqua della vasca ed immergiti, respirando a fondo e rilassandoti, gli ormoni legati allo stress si ridurranno e le tossine saranno espulse attraverso la pelle, nel contempo i benefici degli oli essenziale penetreranno proprio attraverso i pori. Per questo motivo è consigliabile finire in bagno con una doccia tiepida o fredda così da chiudere i pori e trattenere all’interno tutti in benefici.

Alcuni accorgimenti

Poiché i “Detox Bath” donano un senso di rilassatezza piuttosto importante, è consigliabile uscire dalla vasca molto lentamente, con movimenti controllati, poiché potrebbero verificarsi capogiri e perdita di equilibrio (particolare attenzione debbono prestarla soggetti con problemi cardiocircolatori). Inoltre, vista l’abbondante sudorazione che essi apportano, ricordiamo che è consigliabile bere molta acqua, sia prima che dopo aver fatto il bagno