Menù

Primi bagni di sole: guida rapida alle scelta della giusta crema solare protettiva

Condivisioni
Leggi con attenzione

 A quanti di noi sarà capitato (quasi ogni estate a me..) di trovarsi impreparati di fronte all’acquisto di un solare e di non essere consapevoli della scelta giusta da fare! Questo perché siamo impazienti di abbronzarci, ma allo stesso tempo non vogliamo rischiare brutte scottature, eritemi o segni di invecchiamento cutaneo. Ecco perché è necessario essere preparati, almeno un minimo, per essere capaci di proteggerci dagli effetti nocivi dei raggi solari sulla pelle.

Per prima cosa quando su una crema solare leggiamo la sigla “SPF” dobbiamo sapere che sta ad indicare il cosiddetto “Fattore di protezione solare” che ha un’indicazione numerica che va da 6 a 60 in base alla capacità di mediare con i raggi del sole. Infatti quel numero sta ad indicare quanto tempo è possibile stare al sole con quel prodotto spalmato prima che la pelle subisca una scottatura (ad esempio un fattore di protezione 6 permette si stare al sole sei volte più di un’esposizione senza protezione). Ovviamente affidarsi a questa unica indicazione è riduttivo, in quanto per il tempo di esposizione al sole bisogna tener presente anche altri fattori come l’ora del giorno, le condizioni climatiche, il luogo dell’esposizione, l’età, l’assunzione di farmaci ecc.

sunscreen2 1db64

In base ai tipi di pelle è associato uno specifico fattore d protezione. Infatti l ’Unipro (Associazione Italiana Industrie Cosmetiche) ha classificato i fotoprotettori in 5 classi:

  • Protezione bassa: SPF 2-6;
  • Protezione moderata: SPF 8-12;
  • Protezione alta: SPF/ 15-25;
  • Protezione altissima: SPF 30-50;
  • Protezione ultra alta: SPF 50+                  

In linea esemplificativa si può tenere presente la seguente tabella:

Tabella 8d9e1

Ad esempio, se la nostra pelle è del fototipo 2, il primo giorno si potrà rimanere al sole senza protezione per soli 10 minuti. Utilizzando una crema solare con fattore 6 potremo allungare questo periodo ad 1 ora (10 minuti x 6 SPF = 60 minuti). Per il fototipo 3 dobbiamo calcolare con 15 minuti e così via..  Dunque se si vuole rimanere sotto il sole per un periodo di tempo più lungo basterà scegliere un fattore più alto.

 

Ma come orientarsi sulla scelta del prodotto tra olio, gel, latte e creme che ci sono in commercio?

Leggi anche  Prodotti naturali per lisciare i capelli senza rovinarli

-Il latte solare: essendo ricco di acqua ha una consistenza più fluida quindi è più facile da spalmare ma allo stesso tempo necessitano di più applicazioni perché sono poco resistenti all’acqua, al contatto con i teli da mare, al sudore ecc.

-Il gel solare è adatto a chi ha la pelle grassa, in quanto generalmente la sostanza che fornisce la protezione solare tende a rendere secca la pelle

-La crema solare aderisce perfettamente sulla pelle e si utilizza soprattutto per il viso

-L’olio solare è quello che generalmente ha un  fattore di protezione più basso e dunque facilita la penetrazione dei raggi solari. Per cui è sconsigliato alle carnagioni chiare e delicate.

solari 2011 80302 big 96d8b

 

Suggerimenti

Loading...

Gli esperti nel settore consigliano di applicare il prodotto mezz’ora prima dell’esposizione e mediamente ogni due ore, di evitare di esporsi nelle ore più calde, di distribuire la crema uniformemente su tutto il corpo, in particolare nelle zone più delicate quali naso, orecchie e piedi e di  tener presente che bambini ed anziani necessitano sempre di un fattore di protezione più alto. Inoltre per coloro che hanno una carnagione molto chiara e una pelle sensibile è utile chiedere consiglio al proprio dermatologo.

Infine consigliano di scegliere un prodotto con un’etichetta standard di facile lettura per un acquisto più sicuro e che contenga le seguenti caratteristiche

-Una protezione UV ad ampio spettro (UVB UVA E UVA LUNGHE)

-Fotostabile (non si modifica con la luce)

-Waterproof cioè impermeabile all’acqua mantiene la protezione anche dopo 80 minuti di immersione nell’acqua

 

Ricordate che per raggiungere un’abbronzatura perfetta ed in armonia con la salute della nostra pelle è necessaria un’esposizione parsimoniosa.  Buona tintarella.. e non dimenticate la protezione solare!

 woman applying sunscreen a5eef

 

 

 

Articoli da leggere:

Loading...
loading...
Advertisement
Top