pillola anticoncezionale effetti collaterali

Pillola anticoncezionale effetti collaterali: quali sono?

Quali sono gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale?

La pillola contraccettiva o anticoncezionale è un farmaco a base di ormoni per il controllo delle nascite. Contiene estrogeni e progestinici calibrati per bloccare l’ovulazione simulando una sorta di gravidanza perenne; anche per la sua azione “travolgente” sui cicli dell’organismo femminile è finita spesso sul banco degli imputati.

Nel corso dei decenni la pillola si è evoluta con una riduzione sensibile della dose di ormoni, migliorandone significativamente tollerabilità e sicurezza. Come tutti i farmaci non è comunque priva di effetti collaterali, controindicazioni e possibili complicazioni.

Pillola anticoncezionale effetti collaterali: quali sono?

Ma quali sono gli effetti collaterali della pillola anticoncezionale?

La pillola anticoncezionale rientra tra i più sicuri e affidabili metodi di prevenzione del concepimento; a dimostrarlo è il largo impiego che, oggi, ne fanno le donne.
Questo però non significa che sia priva di effetti collaterali. Anzi, moltissime donne devono sospenderla proprio a causa di questi ultimi.

Ecco quali sono:

Aumento di peso

Secondo diverse teorie, l’aumento di peso corporeo, che si osserva in alcune donne, sarebbe dovuto alla ritenzione idrica. Secondo altre, invece, dipenderebbe da un rallentamento del metabolismo che coinvolge anche gli ormoni tiroidei.

Aumento della pressione arteriosa

Il progesterone della pillola anticoncezionale combinata aumenta i livelli di un enzima (l’aminopeptidasi P), che scompone la  bradichinina, un neurotrasmettitore che abbassa la pressione sanguigna.

Nel momento in cui la bradichinina nell’organismo cala, a causa del progesterone, la pressione sanguigna tende ad aumentare, instaurando uno stato di ipertensione.

Loading...

Depressione e sbalzi d’umore

Nell’essere umano, lo stato di depressione è associato a bassi livelli di serotonina, un neurotrasmettitore del cervello. Secondo alcuni studi, entrambe le componenti ormonali della pillola estroprogestinica ridurrebbero i livelli di serotonina nell’organismo umano, predisponendo il soggetto interessato a sviluppare uno stato di depressione.

Spotting

Ovvero le perdite vaginali. In genere, sono effetti collaterali transitori, la cui scomparsa avviene dopo i primi 3 mesi dall’inizio dell’assunzione.
Occorre precisare che lo spotting e le perdite vaginali sono più comuni quando la pillola contiene una ridotta componente estrogenica (15 microgrammi). Se entro 3 mesi questo effetto collaterale non scompare, è necessario cambiare pillola.

Leggi anche  Vampate di calore in menopausa, ecco i rimedi naturali

Aumento della pressione

Il progesterone della pillola anticoncezionale aumenta i livelli di un enzima (l’aminopeptidasi P), che scompone la bradichinina, un neurotrasmettitore che abbassa la pressione sanguigna.

Nel momento in cui la bradichinina nell’organismo cala, a causa del progesterone, la pressione sanguigna tende ad aumentare, instaurando uno stato di ipertensione.

Aumento del rischio di tumore al seno, fegato e cervice uterina

.Secondo gli studi scientifici più recenti, si tratterebbe di un aumento di lieve entità e che può regredire con il tempo, una volta interrotta l’assunzione della pillola combinata.

Altri effetti collaterali della piccola anticoncezionale

  • Riduzione o perdita della fertilità. (effetto collaterale raro);
  • Maggiore peluria corporea, eccessiva secrezione sebacea cutanea e perdita di capelli;
  • Aumento dei livelli di lipidi nel sangue (trigliceridi e colesterolo);
  • Tensione e/o dolore al seno (mastalgia) con aumento delle sue dimensioni;
  • Aumento della pigmentazione cutanea (cloasma o melasma);
  • Eccessiva secchezza cutanea e/o delle mucose orali, vaginali e/od oculari;
  • Calo della libido;
  • Nausea, vomito, vampate di calore e/o vertigini;
  • Amenorrea (cioè mancanza di mestruazioni);
  • Calcoli alla cistifellea (o calcolosi biliare).

Leggi anche: esercizi in gravidanza da fare a casa 

         

Articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su