La medicina estetica ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e la radiofrequenza rappresenta un buon compromesso per preservare la salute della pelle e migliorare l’aspetto del viso e del corpo, senza ricorrere alla chirurgia.

Cos’è la radiofrequenza e in cosa consiste?

E’opportuno fare un distinzione tra chirurgia estetica e medicina estetica , per comprendere le aree di applicazione della radiofrequenza e qual è la particolarità di questa tecnica .

A differenza della chirurgia estetica , anch’essa finalizzata al trattamento degli inestetismi mediante procedure chirurgiche risolutive, la medicina estetica propone un programma di prevenzione e cura dell’invecchiamento cutaneo del viso e generale, e suggerisce al soggetto interventi mirati al miglioramento della qualità della vita, al benessere psicofisico e al mantenimento della salute, nonostante l’ avanzare dell’età .

Per la correzione degli inestetismi , la medicina estetica si avvale di diverse metodiche e apparecchiature, tra queste la radiofrequenza, che consente di ottenere risultati soddisfacenti e duraturi.

Attraverso un’apposita apparecchiatura , che emette onde elettromagnetiche ad alta frequenza , è possibile sfruttare il calore che queste generano per il trattamento estetico della pelle, della ritenzione idrica ,della cellulite   e degli accumuli di adipe in diverse aree del corpo.

Le onde elettromagnetiche , giungono fino agli strati più profondi ell’epidermide e il calore che producono sollecita la sintesi ad opera dei fibroblasti , di nuovo collagene , una proteina molto importante per l’organismo deputata, tra l’altro, al mantenimento dell’ elasticita  e tonicità dei tessuti, nonchè alla  prevenzione delle rughe .

La radiofrequenza non è una tecnica dolorosa e non prevede l’uso di aghi, lame da bisturi  o strumenti cruenti; le sedute hanno una durata che varia dai 30 ai 60 minuti e possono essere praticate nei centri di medicina estetica da personale qualificato. 

Per quali trattamenti estetici è indicata la radiofrequenza?

Riduce la cellulite e gli accumuli di grasso

La presenza della cosidetta buccia d’arancia che si forma prevalentemente su cosce e glutei  e della cellulite, è dovuta nella maggiorparte dei casi a disfunzioni nel drenaggio dei liquidi, che non vengono eliminati e ristagnano in queste zone del corpo (ritenzione idrica) Lo scopo della radiofrequenza è quello di migliorare la circolazione linfatica econtrastare l’accumulo di adipe, attraverso lo sbalzo termico che le onde elettromagnetiche producono a livello tissutale. 

Tonifica la pelle flaccida

In alcune zone del corpo come ad esempio sotto le braccia o all’interno coscia, con l’avanzare dell’età la pelle perde tono e diventa flaccida . Pur eseguendo attività fisica, questo inestetismo è difficile da trattare, mentre grazie alla radiofrequenza è possibile intervenire ottenendo buoni risultati.

Distende le rughe del viso

La pelle del viso è molto delicata e risente per prima dello scorrere del tempo, anche perchè costantemente esposta agli effetti atmosferici, al sole e all’inquinamento. Prevenire la formazione delle rughe è possibile adottando misure finalizzate a proteggerla, come ad esempio l’uso di creme con filtri solari tutto l’anno, idratanti e nutrienti. 

Anche l’ alimentazione gioca un ruolo fondamentale per la salute della pelle: mangiare cibi ricchi di vitamine e antiossidanti , come ad esempio la frutta, contribuisce a contrastare la presenza dei radicali liberi, che concorrono all’invecchiamento cellulare.

Leggi anche: Pelle da urlo? Ecco i segreti di 25 cibi che non ti aspettavi

I vantaggi della radiofrequenza per la bellezza del viso sono vari: non solo tonifica la pelle e la distende riducendo le rughe a zampe di gallina , ma offre risultati apprezzabili anche per altri inestetismi , come le borse sotto gli occhi, la riduzione di cicatrici cutanee e le occhiaie. Con il tempo, la radiofrequenza ridefinisce l’ovale del viso rendendo la pelle più tonica e compatta, grazie alla stimolazione di nuovo collagene e di elastina .  Alcuni studi recenti, dimostrano inoltre, la sua efficacia anche per il trattamento della rosacea e della couperose .

Tonifica e rassoda l’addome

A seguito di un dimagrimento repentino o dopo la gravidanza è possibile che l’addome risulti flaccido e cadente. L’attività fisica può, con il tempo, agire positivamente sulla muscolatura addominale, ma sappiamo quanto questo richieda costanza e sacrificio. Con la radiofrequenza i risultati si raggiungono in tempi più brevi, purchè sostenuta da un regime alimentare equilibrato e da una moderata attività fisica.

Trattamento dell’acne in fase attiva

La radiofrequenza offre buoni risultati anche per il trattamento dell’ acne in fase attiva, grazie all’azione regolatrice sul sebo.  La frequenza delle sedute va concordata col personale specializzato in base alla gravità, in genere non più di una volta a settimana.

Controindicazioni della Radiofrequenza

La radiofrequenza presenta alcune controidicazioni pertanto è sconsigliato ricorrervi nelle seguenti circostanze:

  • gravidanza e allattamento
  • malattie autoimmuni
  • neoplasie in atto
  • Tumori pregressi: devono trascorrere almeno 5 anni dalla guarigione, prima di potersi sottoporre alle sedute di radiofrequenza.

E’ bene tener presente che la radiofrequenza estetica, pur offrendo risultati quasi immediati e duraturi, è una pratica che va ripetuta regolarmente nel corso degli anni dal momento che il processo d’ invecchiamento cutaneo , va avanti, purtroppo, inesorabilmente!