Sta per arrivare l’estate e la voglia di tenere il piede il più fresco possibile è sempre più forte. Ecco allora che si va alla ricerca delle scarpe che ci permettono di tenere il piede più libero possibile, dopo tanto cercare si arriva alle tanto amate ciabatte infradito. I podologi statunitensi però ritengono che questa sensazione di benessere abbia un rovescio della medaglia non indifferente. Secondo gli specialisti infatti, indossare ciabatte infradito per tante ore durante tutto l’arco della giornata può portare seri danni alla salute del piede, e più in generale può compromettere la postura.

Ecco quali sono i danni, secondo i podologi, le motivazioni del loro NO alle ciabatte infradito.

  • Danneggiano sia l'andatura che la postura: con le ciabatte infradito si è portati a compiere passi più corti assumendo in questo modo l’andatura risulta goffa e aumenta la possibilità di caduta. Oltretutto la ciabatta infradito ha una suola poco flessibile, di conseguenza il movimento del piede diviene rigido, facendolo piegare in modo innaturale, riflettendosi inoltre sulla postura.
  • Vesciche e calli: il materiale e la conformazione con cui sono realizzate molti tipi di ciabatte infradito possono portare all'insorgere di vesciche, allo stesso modo la giuntura che poggia tra l'alluce ed il secondo dito, con il passare del tempo, può provocare calli, di conseguenza ci sarà un’impossibilità di indossare calzature di questo genere.
  • Piedi troppo esposti al pericolo di contrarre malattieil piede è quasi completamente nudo e molto vicino al terreno quindi la possibilità di contrarre malattie come funghi o batteri è amplificata, soprattutto se in presenza di piccole ferite o tagli.

    • Talloni doloranti: è proprio la forma delle infradito, come di tutte le scarpe basse, come ad esempio le ballerine, porta ad una eccessiva sollecitazione del tallone che riceve continui colpi e risente maggiormente della conformazione del terreno, provocando ovviamente stati di dolore.
    • Danni per le dita dei piedile dita dei piedi possono assumere la cosiddetta forma a "martello" dovuta al grosso sforzo che devono compiere per mantenere la ciabatta nella giusta posizione.
    • Possibile tossicità di alcuni materiali: il lattice con cui sono realizzate le cinghie di ciabatte infradito potrebbe essere causa di disturbi soprattutto in presenza di allergie, in alternativa al lattice spesso è utilizzato un particolare  tipo di plastica che può contenere una sostanza tossica detta BPA dannosa per l’apparato endocrino.

    Detto questo non penso che le ciabatte infradito debbano essere demonizzate o gettate via, ma come sempre è bene non esagerare. Mettiamole per andare in spiaggia, quando siamo a casa e vogliamo rilassarci, ma durante la giornata permettiamo ai nostri piedi di poggiarsi su doversi tipi di scarpe in questo modo non dovranno sopportare a lungo una posizione innaturale e dannosa.