Molti di noi avevano, quando erano adolescenti, il famoso diario segreto.
Quello di cui parliamo oggi è lo stesso concetto, ma con uno scopo ben diverso: il benessere.

Di cosa si tratta?

 Tutto parte dall'idea di mettere su carta ciò che ci accade ogni giorno, proprio come facevamo quando eravamo ragazzini: il diario era il nostro confidente segreto che sapeva tutto, ma proprio tutto, di noi e delle nostre giornate. 

Il diario della gratitudine, noto all'estero come “gratitude journal” , riprende il diario classico, ma con una piccola differenza: esso in sostanza viene realizzato con lo scopo di aumentare il nostro benessere sia fisico che mentale.

Come può migliorare il benessere?


E’ molto semplice spiegarlo: a fine giornata, quando scriviamo sul nostro diario, è essenziale indicare tutto ciò che ha caratterizzato il passare delle ore; non dimenticate di inserire sia le cose belle che quelle brutte così che, rileggendolo, possiate valorizzarle e rendervi conto che anche queste ultime hanno apportato, con il passare del tempo, miglioramenti nella vostra vita.

Perché scrivere un diario della gratitudine?

Coloro che sono già dediti a questa attività sanno quanto sia piacevole ritagliarsi un piccolo spazio personale per descrivere  ciò che ogni giorno accade alla nostra vita, nel bene e nel male, senza preoccuparsi dei giudizi delle persone e con la consapevolezza di compiere ogni volta un viaggio dentro se stessi che non può che renderci migliori.
Scrivere qualche pagina aiuta non solo a sfogarsi ma soprattutto a  liberarsi di tutte quelle emozioni che altrimenti imploderebbero in noi e che se mal gestite causerebbero una perdita di armonia e equilibrio interiore. 
In questo senso possiamo considerarla come una sorta di terapia del benessere poco costosa e di buona efficacia.L’utilizzo di tale tecnica sta iniziando a diffondersi tanto che anche on-line si trovano ormai molti diari della gratitudine pronti da riempire con i nostri pensieri ed esperienze, ma un semplice quaderno andrà benissimo per accogliere un po’ di noi stessi.

Come compilare questo diario?

Ciascuno deve seguire uno 'schema' per riuscire ad individuare il modo che più si adatti al proprio carattere e personalità al fine di rendere duraturo ed efficace il diario della gratitudine.
Ecco qualche suggerimento su come iniziare a scriverlo:

  • cercare una motivazione – dovete individuare la ragione per la quale questo diario vi potrebbe aiutare, ad esempio per recuperare un po’ di serenità oppure affrontare meglio alcune situazioni;
  • sperimentare un metodo - ognuno può riempire il proprio diario come più ritiene opportuno: disegni, elenchi, frasi oppure nel modo più classico con le proprie opinioni;
  • conoscere le emozioni – è indispensabile imparare a conoscere ciò che proviamo, individuare le emozioni per riconoscerle e gestirle. Riportare sulla carta ciò che si prova in un certo momento aiuta ad affrontare le situazioni;
  • valorizzare tutto – date importanza anche alle cose più ovvie come un sorriso, un saluto, il sole, un gelato in compagnia… anche se sembrano cose scontate ed inutili, metterle per iscritto via aiuterà a dare maggior valore alla vostra giornata;
  • trovare lo spazio – se desiderate tenere un diario, dovete entrare nell'ottica che è importantissimo individuare ogni giorno un momento da dedicare alla scrittura e a noi stessi. L’attimo ideale è a fine giornata in modo da potergli confidare davvero quali sono stati gli avvenimenti e i pensieri più importanti per noi. Inoltre sarebbe opportuno dedicarsi a questa attività con continuità e costanza, al fine di ottenere i benefici descritti.

Quali sono le accortezze da seguire sempre?

Al fine di poter scrivere un buon diario della gratitudine è fondamentale avere determinate attenzioni in modo da non perdersi durante il percorso e di seguito le condividiamo con voi:

  • ponete il vostro diario in un luogo bene in vista al fine di non dimenticarvi di compilarlo ogni giorno, meglio ancora se nel luogo in cui passiamo la serata prima di dormire;
  • dopo aver descritto cosa vi è accaduto, esprimete le vostre sensazioni in modo da chiarire cosa avere provato con esattezza in quel preciso istante;
  • rileggete il vostro diario quando siete tristi al fine di individuare le cose positive che vi sono accadute fino ad oggi;
  • non è essenziale utilizzare un metodo cartaceo, infatti, un pc o un tablet possono essere dei validi sostituti.  

Il diario della gratitudine ha lo scopo di aiutare chi lo scrive ad affrontare nel migliore dei modi ciò che la vita ci dona imparando ad  apprezzarne i lati positivi anche nelle situazioni più difficili.

Loading...