Calendario Pirelli 2016: potere alle donne

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il calendario Pirelli 2016, “The Cal”, quest’anno rompe decisamente con il passato e abbandona le usuali esaltazioni del corpo femminile per celebrare un diverso tipo di bellezza: quello dell’anima, della cultura e della forza delle donne.

La fotografa statiunitense Annie Leibovitz, già famosa ritrattista, sceglie New York per immortalare con  scatti in bianco e nero 13 donne che si sono distinte per le loro qualità intellettuali, il loro impegno sociale e i loro successi sportivi.  Ne derivano immagini forti e cariche di significato, dove il potere delle donne è finalmente, e meritatamente, messo in evidenza. Ogni ritratto è magnetico, è il predominio dello spirito immortale sul corpo imperfetto. La scelta azzeccata del bianco e nero conferisce alle foto un’aspetto malinconico ma duraturo, immutabile e innegabile: i colori risiedono nell’anima di questi incredibili personaggi femminili che, in modi diversi, hanno segnato il nostro tempo.

Yoko Ono, Serena Williams, la blogger Tavi Gevinson, Yao Chen, prima ambasciatrice cinese dell’UNHCR, la presidente emerita del Moma e nota mecenate Agnes Gund, ma anche l’opinionista più cool di New York Fran Lebowitz, la regista Ava DuVernay, l’artista iraniana Shirin Neshat, la presidente della Lucas Film Kathleen Kennedy, l’attrice comica Amy Shumer, la presidente di Ariel Investments Mellody Hobson, fino alla fondatrice di Naked Hurt Russia, Natalia Vodianova e all’eterna Patty Smith.

Queste donne hanno segnato momenti fondamentali per la lotta all’emancipazione femminile grazie al loro coraggio, alla loro coerenza e al loro impegno. Sono presenti solo due nudi artistici ma sono ben lontani dalla sensualità erotica del corpo e, al contrario, ritraggono la bellezza delle sue imperfezioni. Modelle formose, corpi immersi in paesaggi esotici e nudità sexy sono ormai superati. Il tempo di oggi ricorda a tutti che l’esaltazione della forma a scapito della sostanza ha portato la società ad una profonda crisi culturale ed alla conseguente disfatta economica.

Leggi anche  6 donne belle e famose dimostrano quanto è bello avere un ”brutto naso“

Annie Leibovitz riesce ad immortalare tutti questi contenuti con una semplicità delicata e potente: i classici ritratti fotografici diventano il mezzo d’espressione migliore per veicolare un messaggio forte. Le donne sono pronte, lo sono già da tempo. Non più semplici oggetti del desiderio ma vere e proprie protagoniste, determinate, capaci ed autoritarie.

Sul sito www.pirellicalendar.com sono presenti tutte le fotografie del calendario e diverse immagini del backstage, oltre che a interviste e filmati. È interessante anche accedere al materiale delle edizioni passate per rendersi conto con i propri occhi quanto la scelta di Pirelli di quest’anno segni un punto di svolta nell’interpretazione del corpo femminile.

In conclusione, “The Cal” non è un ritorno al femminismo, ad un’epoca ormai vintage, ma piuttosto un pugno morale che richiama all’attenzione. Non è un proposito per il futuro, tutto è già successo, sta succedendo tutt’ora. I 13 ritratti sono solo pochi esempi di personalità che possono dare il loro importante contributo. Sono intelligenti, sono capaci e forti. Sono donne. Calendario Pirelli 2016: potere alle donne.

Loading...

 

 

 

 

Articoli da leggere:

Loading...
loading...
Advertisement
Top