Amare il proprio partner fino a stravolgere la propria esistenza, a tal punto che per essere felici ci adoperiamo morbosamente per il raggiungimento della felicità dell’altro, che senza il nostro lui la vita non avrebbe senso né uno scopo: ecco questo è quello che viene definita dipendenza affettiva, conosciuta anche coma “love addiction”.

Si tratta di una dipendenza affettiva assimilabile alla dipendenza da sostanze. All'inizio vi è uno stato di euforia, vi è desiderio costante della persona amata o addirittura il posesso di oggetti ed essa appartenenti, subentra poi un senso di ansia, di irritabilità, di cattivo umore nel momento in cui ci si distacca dal partner. Si accendono così pensieri ossessivi verso la persona amata, la mente si focalizza unicamente sul desiderio di riabbracciarlo, portando a vivere periodi di malessere durante l'assenza.

Ma perché accade questo? 

Fondamentalmente c'è un immenso bisogno di protezione alla base della dipendenza affettiva, una bassissima stima nelle proprie capacità che portano alla necessità di avere al proprio fianco la presenza costante dell'altro. 

Senza il partner ci si sente persi, ci si sente nullità e lo scopo della vita diviene quello di adoperarsi completamente per il raggiungimento della felicità della persona amata. Solo così ci si sente appagati e realizzati. Da questo scaturisce però uno stato di accondiscendenza eccessivo, si ha talmente tanto timore di perdere la persona amata che ci si sottomette incondizionatamente alla sue volontà, nei casi più gravi si arriva a sopportare soprusi psicologici o fisici pur si non perdere il partner

Solitamente quando si è dipendenti affettivi si scelgono persone con problematiche specifiche, con la convinzione di poterle aiutare con il proprio amore, ci si immedesima nella figura di " crocerossina ", di salvatrice, e si è disposti ad annullare la propria esistenza in funzione di tale scopo.

Come capire se siamo ’affetti’ da dipendenza affettiva?

Si è affetti da love addiction quando il rapporto di coppia non nasce come una fusione di due entità distinte, ma come l'unione di due parti della stessa persona, incapaci di vivere l'alternanza di stati di separazione e di unione. 

Loading...

Si è affetti da love addiction quando l'amore non è più fonte di arricchimento ma è motivo di compensazione di carenze, mancanze affettive passate, che spesso affondano le radici nell'infanzia.
Per uscire dalla dipendenza affettiva è necessario affrontare un percorso di disintossicazione psicologica, nel quale ci si libera dell'eccessivo attaccamento all'altro, dove è necessario recuperare l'autistima, la coscienza nelle proprie capacità e la convinzione di poter avere il pieno controllo della propria vita indipendentemente dall'esistenza altrui. 

E' questo un cammino molto difficile da affrontare, che non sarà esente da crisi d'astinenza, esattamente come avviene in una dipendenza da sostanze. 

E' proprio per questo che occorre affidarsi nelle mani di persone competenti ed esperte, ed il primo passo da fare sarà quello di prendere coscienza di avere un problema, una dipendenza affettiva.