A tutti noi a volte capita di essere in ansia per qualcosa : l’ansia è quella sensazione che proviamo quando sta per accaderci qualcosa di nuovo o di insolito e non siamo certi di quale sarà l’esito finale.

Ad esempio, provo ansia prima di un esame, o prima di una visita medica; l’ansia mi assale anche se sto per avere il primo appuntamento con una persona che ho conosciuto da poco, o se devo cominciare un nuovo lavoro.

In tutti questi casi provare ansia è del tutto normale e quindi non ci deve preoccupare , anzi: l’ansia è un meccanismo che ci aiuta ad essere più presenti a noi stessi e quindi ad affrontare al meglio la prova che ci aspetta.

Ci sono però dei casi in cui ti potrebbe capitare di entrare in ansia senza  un motivo apparente , tanto che questa emozione entra a far parte della tua vita condizionandoti in modo pesante. Se sei molto ansioso non riesci praticamente a fare più niente senza stress e preoccupazione , e questo ti rende irritabile e di cattivo umore.

Fonte: agoramedia.com share

Diciamo che la colpa non è completamente tua: lo stile di vita contemporaneo è per sua natura stressante e spesso ti trovi oberato di impegni pressanti. Non ne puoi rimandare nessuno e alla fine non hai più tempo per te stesso; vivi costantemente nel timore di tradire le aspettative che gli altri hanno su di te.

Un tempo era normale dover aspettare giorni, magari settimane, per fare cose che invece oggi sono per noi istantanee. Ad esempio in passato una lettera impiegava diverso tempo per giungere a destinazione: l’attesa era parte dell’esistenza e veniva accettata senza problemi. Oggi invece abbiamo perduto l’abitudine all’attesa ; siamo abituati a vivere in “tempo reale” anche con chi è distante da noi.

Grazie ai telefoni cellulari sei sempre rintracciabile e non puoi nemmeno far finta di non aver ricevuto una telefonata! In qualche modo accade che ti senti sempre sotto i riflettori, osservato da un invisibile “Grande Fratello” che ti segue e, cosa peggiore, ti giudica .

Loading...

Ma il punto è: non è così . Se ti fermi non morirà nessuno, e nessuno ti giudicherà. Devi ritrovare il tempo per te stesso, lasciare che l’ansia ti abbandoni e che la tua vita assuma ritrovata qualità. Se ti accorgi che l’ansia ti attanaglia notte e giorno, devi subito cercare un rimedio perché corri un grosso rischio.

L’ansia cronica infatti può facilmente degenerare in depressione , una condizione patologica da cui è molto difficile risollevarsi. Una persona depressa non trova più stimoli per andare avanti, diventa apatica e si isola in modo progressivo dagli altri, anche dagli affetti più cari.

La tua vita è preziosa : non cadere nella trappola di credere che tutto ciò che conta sia essere sempre in forma, sempre vigili, sempre presenti. Molto più importante è assaporare ogni momento senza angustiarsi troppo per le cose a cui non possiamo porre rimedio. Ritrova la lentezza e l’ansia ti abbandonerà.

Ma se proprio non riesci a disinnescare questo circolo vizioso, chiedi aiuto ad uno specialista ! Non c’è nulla di cui vergognarsi: se quando il tuo corpo sta male vai dal medico per curarti, la tua anima non è meno importante. Prenditi cura di te stesso sempre! Non lasciare che l’ansia spenga la tua vitalità e la tua gioia di vivere.