Se stai leggendo questo articolo, è perché hai deciso di prenderti qualche minuto per te stesso . Magari sei sulla metropolitana, o stai aspettando che apra l’ufficio postale: nella tua testa scorrono già i mille impegni che dovrai affrontare quest’oggi e nella settimana che entra.

Non possiamo negare di vivere in una società frenetica che ci costringe ad andare sempre di corsa : il lavoro, la casa, la famiglia, la palestra, la spesa, lo shopping, le faccende domestiche ... certi giorni sembrano finire ancora prima di essere cominciati. Ci vorrebbero giornate di 72 ore per riuscire a fare tutto.

Fonte: licdn.com share

Questo meccanismo ci appare inevitabile: tutto è importante, niente può essere lasciato indietro, e così dedichiamo solo poco tempo ad ogni singola occupazione. Passiamo rapidamente da un impegno all’altro , e spesso non ce ne accorgiamo nemmeno più.

Questo ritmo non può che avere effetti deleteri sul nostro corpo: l’adrenalina produce cortisolo, l’ormone dello stress. Gli organi si logorano, i nervi vanno a pezzi, il respiro ci manca, il cuore batte sempre più veloce. E invece di cercare un rimedio, lasciamo che il nostro stile di vita ci distrugga.

Sei anche tu una persona “ multitasking ”? Questo termine oggi va molto di moda: indica chi è in grado di fare tante cose contemporaneamente , e questa qualità è vista come qualcosa di positivo.

Fonte: www.lavoripubblici.it share

Ma fermiamoci un attimo, vuoi?  Fermati con noi, visto che questi pochi secondi per leggerci li hai già rubati alla tua giornata pienissima.

Ricordi la storia della tartaruga e della lepre? La tartaruga è sinonimo di lentezza e la lepre di velocità; nella famosa favola, però, in una gara è la tartaruga a tagliare per prima il traguardo. Come è possibile?

Il punto è che ti devi chiedere: dove voglio arrivare? Perchè andando sempre di corsa si rischia di lasciare indietro l’unica cosa che conti davvero, cioè la vita stessa.

Vivere non è una gara , non vuol dire portare a termine tanti compiti per vincere più punti, non è una competizione. Nella vita vince chi va piano, perché scopre la bellezza intorno a sé.

Fonte: iacpublishinglabs.com share

Fermati ad osservare tuo figlio che cresce , invece di dirgli sempre che non hai tempo per giocare con lui perché devi lavorare. Fermati a guardare un tramonto infuocato , invece di chinarti sulle tue aride carte. Fermati a respirare riempiendo i polmoni di nuova aria, invece di soffocarti con lo smog della fretta.

Fare tante cose insieme significa quasi sicuramente farle male. La cura richiede tempo, e solo la cura produce buoni frutti. Tu hai un solo obbligo nella tua esistenza: ti devi prendere cura di te, di chi ami e di ciò che ami. Trova il tempo per stare bene con te stesso ; trova il tempo di andare a trovare i tuoi anziani genitori o i tuoi nonni; trova il tempo per fare un lavoro che ami senza fretta.

Fonte: graphics.com share

La vita è un rapido lampo, ed è per questo che dobbiamo attraversarla con lentezza, assaporando i paesaggi che ci offre, gustando le occasioni che ci presenta, e soprattutto amando le persone che ci fa incontrare. Non c’è altro che conti davvero.

La tua vita è il tuo tempo, e hai l’obbligo morale di impiegare il tuo tempo per vivere. Non svendere la tua vita per inseguire falsi bisogni : tutto ciò di cui hai bisogno è godere del tempo che ti viene concesso, giorno dopo giorno, lentamente. E scoprirai che la tartaruga vince sempre sulle lunghe distanze.