Al giorno d’oggi molte persone trovano benefici fisici e psichici in filosofie di vita differenti da quelle convenzionali alle quali siamo abituati, come per esempio il Buddhismo, il Taoismo ed il Reiki i cui rituali hanno un forte potere curativo psico-fisico. Alcune di queste pratiche spirituali utilizzano, come metodo di rilassamento e concentrazione, i mandala

Che cosa sono i mandala?  

E’ una parola dalle origini indiane che significa “cerchio” o “ciclo”; il mandala è effettivamente una figura circolare che può rappresentare l’universo ed, allo stesso tempo, il mondo interiore di ognuno di noi. I mandala hanno origini antichissime, difatti, già i monaci tibetani eseguivano i mandala con l’utilizzo di sabbia colorata; al termine dell’opera, essa veniva distrutta per simboleggiare che nulla è eterno. Un ulteriore utilizzo, anche se più recente, li vedeva impiegati in scienze come psicologia e psicoanalisi. 

Quali sono i benefici?  

All’interno del cerchio che lo costituisce possono esserci varie figure e soggetti e, colorandoli, si possono ottenere dei benefici… e non solo se siamo bambini! Sono visti come una pratica di meditazione e vengono, spesso, proposti anche ai più piccoli in quanto sono un’ attività semplice e rilassante

Impegnarsi nel colorare i mandala: 

diminuisce lo stress; 

rende più pazienti; 

addestra la mente a rimanere più concentrata e ad essere maggiormente creativa;

favorisce lo sviluppo dell’intelletto; 

aiuta le persone in difficoltà a comunicare con gli altri, permettendo di esternare con facilità le proprie emozioni. 

Come realizzare un mandala?  

Gli oggetti richiesti sono davvero semplici da reperire ed usare; si tratta di pennarelli, pastelli a cera, acquerelli, matite colorate (sono le più consigliate), compassi, righelli, squadre, fogli bianchi e chi più ne ha più ne metta… La tecnica prevede di iniziare a colorare dal centro verso l’esterno e di non lasciare alcuno spazio privo di colori perché il bianco ed il nero non sono concepiti . E’, però, possibile trovare anche in edicola o in libreria molti disegni prestampati perché sta pian piano diffondendosi questa tecnica conosciuta come Mandala Therapy . Si possono reperire anche online cliccando qui

Come prepararsi per questa attività?  

Gli accorgimenti da mantenere prima di iniziare a colorare i mandala sono pochi, ma davvero essenziali per creare un’atmosfera perfetta al fine di usufruire davvero dei benefici che essi possono dare: 

scegliere una musica  adatta che contribuisca al rilassamento; 

accendere qualche candela , magari profumata; 

regolare le luci  ad una bassa intensità; preparare tutto l’occorrente nel luogo che abbiamo deciso di usare; 

scegliere accuratamente il disegno  da colorare perché ognuno di essi ha il proprio significato. 

Cosa fare dopo la realizzazione del disegno?  

Le alternative sono due (una l’opposto dell’altra): emulando le antiche usanze tibetane è possibile bruciare o fare a pezzi il disegno appena colorato oppure incorniciarlo ed appenderlo in casa. 

Qualcuno conosce già questa tecnica? Raccontateci la vostra esperienza ed i benefici che avete riscontrato praticandola.