Ogni giorno incontriamo persone con cui abbiamo scelto di stringere amicizia per svariati motivi, condividiamo con loro interessi comuni , ci piace il loro carattere o il loro modo di vivere la vita. 

Ma altre persone invece, fin dal principio non ci stanno simpatiche affatto e finiamo per litigarci. E' la legge della vita, non possiamo piacere a tutti! 

Se il più delle volte, abbiamo la possibilità di scegliere le amicizie ed evitare chi non sopportiamo , purtroppo sul posto di lavoro lavoro è impossibile non rivolgere la parola al proprio capo o non discutere con un collega poco amichevole nei nostri confronti.

Perciò è bene armarsi di qualche sistema per far fronte a questo problema imparando a sopravvivere, rispettando se stessi, ma anche gli altri.

Ecco per te  5 consigli utili per lavorare con qualcuno che proprio non sopporti.

1. Focalizzati su ciò che puoi controllare

Se un collega ti infastidisce per i suoi modi di fare o ti parla in modo sgarbato, non è alzando il tono di voce che otterrai il suo rispetto la sua attenzione, non puoi controllare i suoi comportamenti a comando.  

La buona notizia è che puoi invece controllare le tue emozioni , puoi reagire in modo diverso rispetto al suo o a quello che si aspetterebbe, non dare troppo peso ai suoi giudizi se questi non ti interessano veramente! 

2. Non giudicare un libro dalla copertina.

Anche se quasi sempre il tuo istinto ha pienamente ragione nel valutare la persona che ti trovi davanti, è importante cercare di  conoscere meglio il collega che proprio non sopporti: potresti scoprire che dietro l'apparenza si nasconde una bella persona.

La rabbia o la diffidenza sono spesso frutto della paura verso ciò che non si conosce. Mostrandoti aperto e entusiasta all'idea di voler conoscere meglio il tuo collega, non potrai che avere in cambio lo stesso trattamento e magari troverete dei punti in comune o perlomeno riuscirete a lavorare nello stesso ambiente di lavoro senza aggredirvi o lanciarvi fastidiosi sguardi di sfida.

Loading...

3. Saper ascoltare

La maggior parte dei malintesi sul posto di lavoro nascono dal fatto che è difficile, quando si ha una determinata idea o un diverso punto di vista , accettare l'opinione altrui.  

Spesso si tende a dare per scontato che se qualcuno obietta, è perché ce l'ha con te o metterti in cattiva luce davanti agli altri. 

Ma non sempre è così! 

Molto spesso basta saper ascoltare l'altro , rimanere in silenzio davanti alle sue idee e giudicare con oggettività la situazione senza giungere  a conclusioni affrettate , che possono essere talvolta errate. 

4. Mettersi nei panni dell'altro

Questo è in realtà un consiglio utile in ogni tipo di conflitto. Per quanto sia complicato, mettersi nei panni del capo/collega che proprio non sopporti, può aiutarti a vedere la situazione da un diverso punto di vista. 

Potresti infatti accorgerti che l'altra persona sta passando un brutto periodo sul piano personale, capire meglio le sue ragioni e le sue motivazioni. 

In questo modo prenderai una certa distanza dalla situazione conflittuale e troverai più facilmente il giusto modo di affrontarla.

5. Mantenere un atteggiamento positivo

Se il tuo capo ti tratta di malo modo, il primo consiglio è quello di trovare una valvola di sfogo , lo sport è molto utile in questo caso; ma soprattutto cerca di mantenere un atteggiamento positivo

Qualunque sia la situazione,  la negatività non aiuta.  

Invece di vedere i difetti degli altri, cerca piuttosto di apprezzarne le qualità , che tutti anche se più o meno nascoste, posseggono.

Se anche tu vivi costantemente in un ambiente lavorativo poco amichevole , spero che questi 5 consigli ti abbiano fatto riflettere e ti siano d'aiuto per affrontare nel miglior modo possibile le relazioni , anche con chi proprio non sopporti!