Menù

Come gestire gli sbalzi d’umore e ritrovare l’equilibrio interiore

Condivisioni
Leggi con attenzione

Momenti di rabbia, un cambio repentino d’umore…tutti, almeno una volta, ci siamo confrontati con queste situazioni, o perché vissuti in prima persona o perché accaduti a chi ci sta vicino. Cambiamenti improvvisi dello stato d’animo che rendono una persona irriconoscibile, l’umore che da uno stato di euforia e spensieratezza passa rapidamente ad uno di rabbia o eccessiva tristezza. Alla base di tutto c’è quello che viene definito il tono dell’umore, ovvero quella parte della nostra personalità che è influenzabile da fattori esterni o fisiologici.

Ma gli sbalzi d’umore non devono spaventare, a tutti capita di averne, anche alle persone più posate e dal carattere più affabile. Il consiglio però è quello non prendere decisioni importanti durante questo periodo, poiché il carattere è “annebbiato”. Concediamoci piuttosto dei momenti di solitudine e riflessione, anche l’isolamento più far bene se non diventa una consuetudine.

Sbalzi d’umore fisiologici

I responsabili di quelli che vengono definiti sbalzi d’umore fisiologici sono quei particolari processi chimici che avvengono all’interno del corpo e che vanno ad influenzare le nostre reazioni. Basti pensare a quanto la serotonina influenzi tanti aspetti della vita: il ciclo veglia sonno, l’appetito, la sessualità ed anche l’umore.

Periodi della vita della donna ad esempio sono influenzati largamente da tale ormone che modifica repentinamente l’umore, come ad esempio durante la gravidanza o quando si è in piena fase premestruale, sappiamo bene quanto si è nervose in questo periodo.

Ecco allora che nei casi in cui la serotonina sia carente bisogna correre ai ripari e, laddove la chimica crea sbalzi d’umore, si interviene con la chimica. Occorre quindi ristabilire il giusto equilibrio stimolando la produzione di serotonina, perciò concediamoci qualche sgarro alimentare e lasciamoci tentare da un bel piatto di pasta o meglio ancora un bel pezzo di cioccolato, in questi casi il cioccolato fa miracoli! Ma via libera anche al movimento, lunghe passeggiate, un po’ di corsa o prendiamo la bici e via di pedalata; forse non avremo tanta voglia di muoverci, ma sforziamoci, il difficile è iniziare, poi i meccanismi si mettono in moto e la serotonina prende il sopravvento.

Loading...
Leggi anche  Come combattere lo stress sul posto di lavoro

Sbalzi d’umore dovuti da cause esterne

A volte però capita che vi siano fattori esterni al nostro fisico che ci fanno rattristare, il cambiamento climatico, una delusione o un fallimento. Quante volte ci è capitato di essere tristi durante una giornata di pioggia, o meglio ancora quando dalla stagione estiva si passa all’autunno e poi all’inverno. La giornate si accorciano ed il nostro bisogno di luce e sole non viene soddisfatto.

Anche quando le nostre aspettative vengono deluse, quando falliamo in un compito l’umore ne risente. Anche in questi casi cerchiamo di tirarci su con i trucchi spiegati poc’anzi e cerchiamo di circondarci di persone allegre e positive,non dimentichiamo che l’allegria è contagiosa.

Sbalzi d’umore cronici

La durata degli sbalzi d’umore deve limitarsi a pochi giorni. Nel caso in cui superasse la settimana, vuol dire che forse c’è un problema più profondo e che deve essere sviscerato. E’ bene quindi farsi aiutare da un medico, che saprà supportarci psicologicamente e trovare la soluzione allo stato di disagio che si sta vivendo.  

Articoli da leggere:

Loading...
loading...
Advertisement
Top