Il Sorriso non è una Reazione alla Felicità, ma è Sorridendo che ci Sentiamo Felici

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il sorriso è una reazione dei muscoli del volto che ci portano a dimostrare in modo fisico un sentimento di gioia e benessere che proviamo interiormente. Si tratta del modo in cui il nostro corpo esprime ciò che proviamo. O almeno, questo è quello che tutti credono.

In realtà, molti illustri psicologi che hanno trascorso la propria esistenza a studiare la psiche umana hanno fatto una scoperta che potrebbe suonare davvero rivoluzionaria: non è la felicità che genera il sorriso, ma il contrario. Quando sorridiamo, stimoliamo la sensazione di benessere e quindi diventiamo felici.

Fonte: www.thejobnetwork.com

Questo assunto è davvero straordinario e si chiama “feedback somatico”: vuol dire che noi possiamo influenzare il nostro stato d’animo e che chi dice che “se tutto va male, allora sorridi” ha ragione. Sorridendo riacquistiamo positività e una visione ottimista del futuro, e quindi possiamo migliorare la nostra vita.

Per approfondire la questione di recente è stato condotto uno studio scientifico che è stato poi pubblicato sulla rivista “Journal of Experimental Social Psychology”. Sono stati condotti alcuni test su persone, ad esempio mostrando loro immagini divertenti, per dimostrare che davvero è il sorriso che stimola la sensazione di benessere, e non viceversa. La teoria è stata confermata.

Ma si è scoperto anche qualcos’altro: se la maggior parte dei soggetti studiati diventavano più allegri più sorridevano, alcuni viceversa si incupivano sempre di più. Com’è possibile?

Fonte: mnn.com

Pare che la maggior parte delle persone che si sono sottoposte al test nutrissero la convinzione comune per cui si ride quando si è felici; solo una piccola percentuale invece era consapevole del fatto che è il sorriso a donare felicità. Propria questa consapevolezza, però, impediva loro di essere felici.

Loading...

Per paradosso, il cervello umano inibisce lo stimolo a sentirsi allegri quando il corpo sorride perché sa che l’effetto è indotto, e dunque il meccanismo non funziona.

Questo è ciò che accade anche quando desideriamo troppo qualcosa e immancabilmente finiamo per fallire nel suo raggiungimento. I meccanismi proattivi che si innescano nella nostra psiche in questi casi non funzionano perché siamo troppo consapevoli.

In una parola, la “ricerca della felicità” è possibile solo se si basa su metodi indiretti: più la cerchi, più ti sfugge, ma il giorno in cui credi di aver perso ogni possibilità di raggiungere la felicità lei busserà alla tua porta!

Articoli da leggere:

Leggi anche  Aracnofobia significato psicologico
Loading...
loading...
Advertisement
Top