Per una donna realizzarsi sia nel lavoro che nell’ambito della propria famiglia spesso è un’impresa difficile, talvolta una vera e propria sfida. Nei paesi europei lo sforzo di trovare un equilibriotra lavoro e famiglia è meno sentito, vuoi perché c’è la possibilità di usufruire di notevoli aiuti statali ed avvalersi quindi di asili nido pubblici, assegni familiari o riduzioni delle imposte per l’assunzione di una baby-sitter, come accade in Francia; oppure perché i ruoli e quindi le incombenze all’interno della coppia sono distribuiti equamente tra padre e madre come accade in Svezia. In Italia purtroppo tutto ciò non sempre accade: gli assegni familiari sono piuttosto esigui, raramente viene elargito un bonus bebè e per nostra cultura sembra che l’educazione dei figli ed il menage familiare spetti alla donna. Ecco quindi che quando oltre alla famiglia e alla casa ci si vuole realizzare anche professionalmente iniziano i problemi.

All’interno di una famiglia in cui ci vi sono dei bambini l’impegno è raddoppiato. Oltre a mantenere la casa in ordine occorre trovare il tempo da dedicare ai piccoli, ai loro studi (quindi compiti a casa) ed alle attività sportive che necessariamente devono praticare. In tutto ciò deve poi trovare spazio anche qualche coccola al partner per mantenere viva la coppia e perché no, un po’ di tempo da dedicare unicamente a noi stesse. Tutto questo programma deve ovviamente essere svolto in funzione del non indifferente tempo che il lavoro ci assorbe. E allora come fare a trovare il giusto equilibrio e scongiurare una quasi sicura crisi di nervi? Le parole d’ordine sono: organizzazione e improvvisazione e non solo...

Organizzazione

Fai una lista di tutti gli appuntamenti della settimana, come possono essere visite mediche periodiche, orari delle attività sportive o delle riunioni che hai al lavoro. Per fare la spesa utilizza, quando possibile, internet, in un click (magari durante la pausa pranzo) puoi evitare lunghe cose al negozio e risparmiare tempo da dedicare ad altro. Può essere utile avvantaggiarsi nella preparazione dei pasti, solitamente la cena, preparandoli durante il fine settimana per poi riporli in congelatore, così che sarà sufficiente tirarli fuori la mattina prima di andare al lavoro per avere la cena pronta la sera, ecco che hai guadagnato del tempo per coccolare i bambini mentre li porti a letto e dedicarsi al partner.

Improvvisazione

Per quanto ci si possa organizzare qualche imprevisto ci sarà sempre. E’ questo il  momento di mantenere la calma e non farsi prendere da crisi di nervi inutili. Cerca di sdrammatizzare e, magari con un sorriso, trova soluzioni alternative e prova a chiudere un occhio se magari non tutto è perfetto come vorresti.

Impara a chiedere aiuto

Alcune donne sono gelose della propria casa e dei propri figli a tal punto da non voler avvalersi di alcun aiuto e voler fare tutto da sole. Il ritmo che ciò richiede è stressante e spesso insopportabile. E’ bene quindi cercare una persona fidata, conosciuta, se si ha la possibilità i nonni e delegare loro un po’ di mansioni come accompagnare i bambini in palestra,andarli a prendere a scuola o tenerli per qualche ora nel pomeriggio. Anche il partner deve fare la sua parte e se non prende l’iniziativa di sua spontanea volontà non esitare a chiedere ad esempio di caricare la lavastoviglie.

Impara a dire “no”

Se al lavoro ti vorrebbero reperibile h24 impara a dire “no” e ad inserire la segreteria telefonica una volta uscita dall’ufficio, hai già dedicato il tempo necessario al lavoro, ora devi dedicarti ad altri aspetti della tua vita.

Non sentirti in colpa

Può capitare a volte di non riuscire a fare tutto nel modo giusto, ma pazienza, farai meglio domani. Non sentirti in colpa se lasci tuo figlio qualche ora con la baby-sitter o i nonni per dedicare del tempo a te stessa o alla coppia, rilassati e goditi questi momenti, gioveranno al tuo umore e di conseguenza al rapporto con in figli.