7 motivi per cui stare da soli fa bene alla salute

Condivisioni
Leggi con attenzione

Restare da soli non è sempre una cosa negativa. Secondo i ricercatori della Rochester University, pubblicata sulla rivista Personality and Social Psychology Bullettin, la solitudine, a piccole dosi, fa bene alla salute. È un vero e proprio toccasana per il nostro cervello. La solitudine cercata, e non quella imposta, favorisce la concentrazione, l’attenzione, la creatività e aiuta a ritrovare se stessi. 

Imparare a star bene da soli è una vera e propria risorsa che ci da modo di crescere psicologicamente e affrontare in modo più sereno le difficoltà della vita. Proprio per questo motivo non bisognerebbe aver paura di stare da soli. In alcune circostanze la solitudine diventa necessaria anche per ritrovare se stessi, per conoscersi meglio e per analizzarsi a fondo.

Leggi anche: come superare la paura dell’abbandono

I motivi per cui dovresti star solo

Credits


Ovviamente non stiamo parlando di solitudine cronica o di isolamento sociale, ma parliamo di un lasso di tempo definito che dovremmo dedicare a noi stessi. Ecco i motivi per cui dovresti imparare e stare da solo:

  1. Ripulisci la mente: nella solitudine è possibile fare un po’ di pulizia a livello mentale. Solo nella solitudine si è in grado di riordinare le idee, eliminare i pensieri superflui e produrre nuove idee;
  2. Potenzi i legami e dai maggior valore alle amicizie: come disse Jung “la solitudine non è necessariamente nemica dell’amicizia, perché nessuno è più sensibile alle relazioni che il solitario, e l’amicizia fiorisce soltanto quando ogni individuo è memore della propria individualità e non si identifica con gli altri”;
  3. Ti rende più aperto verso gli altri e a creare nuovi rapporti;
  4. Ti aiuta a ritrovare te stesso: solamente nei momenti di solitudine siamo in grado di entrare in contatto con le nostre emozioni più profonde, con i nostri valori e con i nostri reali bisogni. Nella solitudine si riesce a ritrovare se stessi e ad adattarsi ad ogni cambiamento che la vita ci pone (sia negativo che positivo);
  5. Ti aiuta a fare chiarezza sulle tue relazioni: stare da soli serve a capire realmente quello che vogliamo dalla vita, ci aiuta a trovare la forza di interrompere relazioni malsane e ricominciare da capo;
  6. Diminuisci lo stress, l’ansia e l’irritabilità. A volte, sono proprio i rapporti sociali ad influenzare negativamente il nostro equilibrio psicologico ed emotivo;
  7. Recuperi un po’ di energie: tutti noi sentiamo il bisogno di restare da soli, anche solo per riposarci, per ritrovare la calma e per ricaricare le batterie. Nelle giornate frenetiche o particolarmente movimentate, anche solo 15 minuti di solitudine possono essere rigeneranti.

Quanto tempo dovresti stare da solo?

Credits


Non è assolutamente necessario isolarsi dal mondo intero per 1 mese, anche perché l’isolamento completo non porta mai a nulla di buono. In realtà, bastano 30 minuti al giorno da dedicare a se stessi. Ci si può dedicare ad un’attività che ci piace, come ad esempio una lunga passeggiata in mezzo alla natura o la meditazione. O ancora, si può leggere un bel libro o coltivare una passione (fai da te, uncinetto, dipingere ecc). Certo, 30 minuti non sono molti, ma per dei genitori che fanno fatica anche a trovare solo 5 minuti del loro tempo per se stessi, è più che sufficiente.

Loading...

Forse potrebbe interessarti: 7 sane abitudini che ti aiutano a vivere meglio

Articoli da leggere:

Leggi anche  Comfort food: lasciamoci coccolare dal cibo
Loading...
loading...
Advertisement
Top