Resilienza: la corazza dell’anima si allena così

Condivisioni
Leggi con attenzione

Le dinamiche frenetiche della vita odierna portano ogni individuo a sopportare dosi massicce di stress e tensioni. La vita è fatta anche di eventi traumatici inaspettati a cui dover far fronte inevitabilmente. Dalla perdita di una persona amata, a crisi familiari o malattie devastanti. Tutte situazioni che buttano a terra il nostro spirito e le nostre forze. Tentare di resistere e trovare il proprio equilibrio è però l’unica soluzione per andare avanti, e può persino diventare una grande opportunità per crescere come individuo sicuro di sé. La difficoltà deve diventare una sfida da cogliere, perché vedere alle spalle il periodo nero ed essere riusciti a superarlo, regala la certezza di saper reagire alle avversità. La capacità di resistere e ripristinare la propria serenità è alla portata di tutti, vi può essere una propensione più o meno forte a seconda delle sfumature caratteriali, ma può essere sviluppata da chiunque con un po’ di impegno e volontà.

Non sai mai quanto sei forte, finché essere forte è l’unica scelta che hai.
(Chuck Palahniuk)

Ed è proprio vero, finché non sai cosa sia un evento traumatico di grande portata non sai quanto possa essere devastante, e sinché non hai avuto la forza di superarlo non sai quanto sia impegnativo ma realmente possibile affrontarlo. E’ innato nell’uomo l’istinto di sopravvivenza: convivere, superare e resistere alle difficoltà fa parte della sua natura. Per tutti il percorso di vita è insidioso e tutti hanno la capacità di sfruttare una abilità precisa: la resilienza, ovvero il processo di riadattamento in seguito ad eventi traumatici, è una attitudine che può essere sviluppata ed è relativa a pensieri e comportamenti che chiunque può imparare.

Ci sono diverse strategie d’azione per portare se stessi sulla strada della reazione, la loro efficacia varia tra diversi soggetti, a seconda di quanto siano aderenti al nostro carattere, ma sono sforzi che ognuno può fare per riprendere in mano le redini della propria vita.

EVITARE L’ISOLAMENTO
Cercare di restare all’interno della propria sfera affettiva familiare ed ampliare il piu possibile tutte le relazioni esterne di confronto.

ACCETTARE L’AIUTO ESTERNO
Per timore del giudizio e di una mancanza di comprensione da parte degli altri, si tende a vivere nel dolore concentrando il pensiero su: perché proprio a me? Invece far parte di associazioni o gruppi di sostegno ci allontana dal pensare che la vita ce l’ha proprio con noi! Condividere il dolore ne alleggerisce i contorni, crea un sostegno di forza comune.

COGLIERE L’OPPORTUNITÀ DI CAMBIAMENTO
Ogni evento traumatico crea una netta scissione tra “prima” e “dopo”, si crea un cambio di scenario a cui è necessario adattarsi; quindi non opporsi al cambiamento ma coglierne la ricchezza, perché cambiare può essere stimolante, e per questo diventa necessario ampliare la propria prospettiva di vita futura senza rimuginare su ciò che ormai è passato.

PERSEGUIRE GLI OBIETTIVI CON FERMEZZA
Nuovi scenari di azione presuppongono nuovi obiettivi da raggiungere; è importante focalizzare l’attenzione su obiettivi realizzabili, anche se all’inizio saranno piccole vittorie, nel tempo porteranno grandi benefici. Per contare sino a 100 bisogna iniziare pur sempre da 1!

Loading...

CREDERE IN SE STESSI
Sapersi far guidare dal proprio intuito, aver fiducia nelle proprie capacità, guardare indietro e valutare ogni successo raggiunto ed essere certi che se ce l’abbiamo fatta una volta nella vita allora ce la potremo fare sempre!

AMARE SE STESSI
Questa è la chiave per accrescere la propria capacità di resistenza, amare la propria natura, i propri difetti, perciò accettare se stessi è il primo passo per vincere le avversità, perché l’autostima è l’elemento portante dell’ottimismo, la vera chiave di volta per accrescere la resilienza personale. Sei la persona con cui passerai tutta la vita per questo amati senza limiti.

Tutto parte dalla consapevolezza di sé, di quelle piccole cose che regalano un sorriso, dalle più semplici: una chiacchierata, una passeggiata al mare piuttosto che tra i boschi, un buon profumo, una maglietta del colore giusto.

Siate coscienti di ciò che vi può coccolare e regalatevelo costantemente ogni giorno, questa è la miglior medicina per reagire alla vita ed accrescere la propria capacità di resistenza. Ognuno ha un proprio modo, tutto personale di reagire alle circostanze, e allora coltiva in te questo tesoro, sarà il più grande che potrai trovare ma che nessuno potrà regalarti, solo tu puoi farlo, ed inizia da oggi il tuo percorso di crescita, assapora ogni momento. Non ti abbattere di fronte alle difficoltà: se non provi le difficoltà non scoprirai mai quanto sia bello “farcela”, non scoprirai mai quanto sia bello vivere affrontando la vita e non semplicemente esistere subendo gli avvenimenti!

Articoli da leggere:

Leggi anche  La Mappa del Calore: Dove Sentiamo le Emozioni nel Corpo

Loading...
loading...
Advertisement
Top