Si può giudicare una persona dalle scarpe che indossa? Apparentemente si.

Condivisioni
Leggi con attenzione

Nella popolare favola di Cenerentola fu proprio una scarpa a fare la differenza; per alcune donne sono una passione, per altre una vera ossessione. 

Ma cosa si nasconde dietro la scelta di un paio di scarpe? 

In psicologia le scarpe rappresentano nel linguaggio non verbale, assieme ai gesti e alle espressioni facciali, degli indicatori della personalità.

Uno studio condotto dall’University of Kansans, Texas, pubblicato presso il Journal of Research in Personality ha mostrato come ad ogni tipo di scarpa sia possibile associare dei tratti di personalità, in parole semplici  creare un piccolo identikit di chi le indossa. 

Omri Gillath, professore di psicologia, partì dall’idea di utilizzare la capacità delle persone di saper “leggere” gli altri esaminando lo stile, il costo ed il tipo di scarpa. Osservando solo delle fotografie il 90% dei partecipanti alla ricerca fu in grado di identificare lo status sociale, l’età e il sesso del proprietario della scarpa nonché tratti di personalità come l’estroversione, l’introversione, l’aggressività, l’amabilità etc..

Nasgul/Shutterstock.com

Questi studi hanno evidenziato ad esempio che coloro che indossano:

Scarpe di marca e lucide, sono persone che si preoccupano dell’apparenza e tendono ad essere ansiose.  

Scarpe pratiche e funzionali denotano una personalità piacevole e alla mano che vivono il “qui ed ora”.

Scarpa tipo stivale sembrano essere indice di personalità aggressive. Le persone che prediligono questo tipo di calzature appaiono concentrate su quello che fanno e sul raggiungimento degli obiettivi.

Scarpe dall’apparenza scomoda rivelano invece uni indole calma e tranquilla.

Loading...

Scarpe colorate si riferiscono ad un attaccamento ansioso: più lo sono e meno ansiosa sarà la persona che le indossa. Difatti una calzatura sgargiante sembrerebbe appartenere ad una personalità estroversa che ama stare al centro dell’attenzione

Leggi anche  Amicizia e adolescenza: una ricerca conferma la sua importanza per la salute

Scarpe ben tenute anche se vecchie, evidenziano una personalità attenta e meticolosa nella pulizia.

Dai risultati emersi è stato inoltre possibile osservare la presenza di una correlazione tra scarpa e relazioni intime.  Ad esempio chi indossa stivali alti sulla gamba, tenderà ad essere meno socievole e più incline ad evadere le relazioni intime, mentre quando ad essere alti sono i tacchi, attenzione a non esagerare, più lo sono e meno la persona è emotivamente stabile.

Photobac/Shutterstock.com

C’è chi sostiene però che le scarpe servano in realtà a nascondere il nostro vero “Io”, a celare quel “ mi piacerebbe essere” rappresentando così un’estensione del sé. Sarebbero cioè una ’strategia’ più o meno conscia usata per migliorare la propria immagine senza puntare i riflettori direttamente sul proprio corpo. 

E di scarpe non se ne hanno mai abbastanza. Ma perché? 

In America sull’Urban Dictionary è stato coniato il  termine “shoesaholic” per indicare una “persona che possiede più di 60 paia di scarpe”. La psicoanalisi sostiene che dietro la dipendenza, dietro l’acquisto compulsivo di scarpe, si celi il meccanismo di difesa della compensazione. In questo contesto l’acquisto compulsivo di scarpe risponderebbe all’esigenza di colmare un vuoto esistenziale e di ottenere nell’immediato una gratificazione.  

Erika Ranalli, psicologa.

Articoli da leggere:

Loading...
loading...
Advertisement
Top