Il Cerchio di Itten: Cos’è e a Cosa serve

Condivisioni
Leggi con attenzione

Può sembrare una cosa sciocca, ma non tutti siamo capaci di capire in modo intuitivo e con una sola occhiata in che modo abbinare i colori. Eppure siamo consapevoli di quanto questo sia importante per l’armonia visiva, specie quando arrediamo la nostra casa e scegliamo le tinture per le pareti, o quando decidiamo come metterci addosso diversi capi di abbigliamento.

Sei proprio negata per gli abbinamenti e tutti ti prendono in giro quando indossi una camicetta su una gonna o con un paio di pantaloni, perché sbagli sempre colori? Niente paura, oggi noi ti riveliamo un piccolo segreto, tanto facile quanto efficace. Oggi ti parleremo del cerchio di Itten.

Fonte: www.timelessbeauty.it

I colori, come ben sanno coloro che praticano la cromoterapia, sono una scienza esatta, e nel corso dei secoli ci sono state molte persone che li hanno studiati da un punto di vista artistico, ma anche scientifico. Questo è accaduto, ad esempio, nei primissimi anni del Novecento, quando in Germania nacque un movimento pittorico chiamato “Der Blaue Reiter” (il Cavaliere Azzurro).

Gli artisti che aderirono al movimento si misero a riflettere molto seriamente sui cromatismi, sulle sensazioni che trasmettono, e sul modo migliore per combinarli insieme per trasmettere certi messaggi. Alla fine uno di loro, Johannes Itten, mise a punto una struttura precisa che permettesse di distinguere i colori affini e quelli invece contrastanti.

IL CERCHIO DI ITTEN

Disegnò così un cerchio al cui centro c’è un triangolo formato dai tre colori primari. il rosso, il giallo, il blu. Su ogni base di questo triangolo, poi, disegnò altri tre triangoli formati dall’unione dei colori primari: il verde (giallo+blu), l’arancio (giallo + rosso) e il viola (rosso + blu).

Loading...

Infine, il cerchio esterno è fatto di 12 colori, ovvero i primari, i secondari e i terziari, accostati in base alle loro sfumature. In base a questo cerchio, d’ora in poi per te accostare i colori per ottenere un determinato effetto sarà facilissimo!

Fonte: www.progettazionecasa.com

Se infatti, dice Itten, accostiamo i colori con quelli che gli sono vicini, otteniamo un effetto rilassante, sereno. Se invece vogliamo avvicinare un colore con il suo opposto, anche detto complementare, ovvero quello che si trova di fronte nel cerchio, otteniamo un effetto più vivace, frizzante, dirompente!

Quindi le tue amiche non dovranno più prenderti in giro, se indosserai un golfino rosso con un paio di pantaloni blu: potrai dire loro che hai fatto un abbinamento seguendo i principi del cerchio di Itten!

Articoli da leggere:

Leggi anche  Fantasia a righe sui tessuti: tendenza moda Primavera-Estate 2015
Loading...
loading...
Advertisement
Top