Menù

Moda 2016: le RIGHE, come PORTARLE nel modo migliore

Condivisioni
Leggi con attenzione

Il motivo a righe ha sempre fatto parte della moda, non si ha una vera data di inizio, ma è probabilmente da metà degli anni ’50 che le righe sono passate da motivi appartenenti alle camicie dei marinai bretoni a vere e proprie protagoniste della moda. Ovviamente, icone come Coco Chanel e in seguito, altri stilisti di fama mondiale, hanno contribuito al successo dei motivi a righe e hanno dato sfogo alla loro creatività; ispirandosi soprattutto alle fantasie tribali africane o a quelle del folklore indiano delle baiadere. 

Le righe tornano sempre più colorate e originali anche nel 2016 dove la moda primavera/estate le vede protagoniste di moltissime collezioni di grandi stilisti. 
Ma per tutti i comuni mortali, come scegliere le righe più adatte al proprio corpo e utilizzarle nel modo migliore? 
RIGHE ORIZZONTALI, VERTICALI O OBLIQUE?

© accesslab / Shutterstock.com - 322089251
Ad ogni donna il suo tipo di riga! Si, perchè se è vero che alcuni colori o fantasie spesso non sono adatte a tutte le morfologie, con le righe bisogna stare ancora più attente, senza però volerle a tutti i costi eliminare dal proprio guardaroba.
Infatti, se da un lato è vero che portare le righe inspessisce la silouette, bisogna anche constatare che questo fenomeno avviene solo con alcuni tipi di righe. Scegliere la direzione delle righe che si decide di portare è dunque molto importante.
1) Righe orizzontali o oblique
Queste righe, fini o grosse che siano, tendono a creare l’illusione ottica che fa sembrare tutto meno allungato e stretto. Perciò si adattano maggiormente alle donne slanciate e alte, che vogliono mettere in risalto le proprie forme, anche laddove queste sono meno accentuate. E ricordate, più il motivo si compone di righe spesse, più le forme appariranno grosse. 
2) Righe verticali

La seconda tipologia è quella delle righe verticali, spesso meno considerate rispetto a quelle orizzontali, ma non per questo meno utlizzabili o rischiose. 
Anzi, portare delle righe verticali sui propri abiti può slanciare una donna non troppo alta o sfinare una morfologia più curvy. 
COME UTILIZZARE LE RIGHE?

© margo_black / Shutterstock.com - 256774735
Può non sembrare semplice scegliere e utilizzare le righe senza creare un look troppo eccentrico o fuori luogo, ma in realtà basta tenere a mente che il capo d’abbigliamento rigato dovrà fare da protagonista al look. Da abolire perciò il total look a righe.Ecco per voi alcuni esempi:
– La maglia, il maglione o il maglioncino a collo alto
Un’ unica maglietta in stile marinaio, o un maglioncino a collo alto, circondati da altri capi d’abbigliamento semplici e senza altre fantasie, può creare uno stile interessante e alla moda.
– gli abiti
Se c’è un capo d’abbigliamento che non ha bisogno di tanti altri fronzoli, è l’abito, tutte le righe possono adattarsi ai vestiti; ben stretti in vita se ce l’avete stretta, dal taglio dritto se non avete la vita particolarmente marcata. E ancora, bello lungo, se siete alte e slanciate. Aggiungete cinture eccentriche, un bel rossetto e alcuni accessori per completare il look.
– Gli accessori
Utilizzare accessori a righe su abiti tinta unita è un’ottima alternativa per chi vuole essere sempre alla moda ma ha paura di osare. Un bel bracciale o una borsa rigati diventeranno i protagonisti del vostro 2016.
– Gonne e pantaloni
Non dimenticate i pantaloni o le gonne: da prediligere quelli ampi e di tessuti freschi e leggeri che diano un po’ di movimento, per non appesantire le forme.
– Le giacche
Le giacche a righe possono letteralmente cambiare un look e dargli un tocco di personalità in più. Da abbinare con un pantalone semplice, un jeans o una gonna.
Allora siete pronte a riempire il vostro guardaroba di righe? 
Sbizzarritevi e lasciatevi ispirare dalla tendenza primavera/estate del 2016!

Articoli da leggere:

Leggi anche  Tatuaggio infinito significato e idee per renderlo innovativo

Loading...
Loading...
loading...
Advertisement
Top