Menù

Vacanze a Siviglia: ecco cosa visitare

Condivisioni
Leggi con attenzione

La Spagna è una delle destinazioni più gettonate dagli Italiani. Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Estadistica, solo lo scorso anno, più di 4,2 milioni di Italiani si sono recati in Spagna.

Gli italiani, hanno sempre apprezzato la magica Spagna, sia per il rapporto qualità–prezzo dei servizi offerti, sia per il clima, per la gastronomia e per il ricco patrimonio culturale che la Spagna ha. Moltissime sono le città della Spagna che meritano di essere viste, una di queste è senza alcun dubbio Siviglia.

Siviglia sorge nella parte sud-occidentale della Penisola iberica, sulle rive del fiume Guadalquivir. È la quarta città Spagnola con il maggior numero di abitanti. È considerata il centro artistico, culturale, economico e sociale del sud della Spagna.

Secondo la famosissima guida Lonley Planet, Siviglia è una delle migliori città al mondo da visitare in questo 2018 ( e non solo). Siviglia, nel corso dell’ultimo decennio ha valorizzato il suo immenso patrimonio artistico.La città di Siviglia, incarna perfettamente tutta l’essenza e la cultura della Spagna. 

Loading...

Siviglia: i luoghi da visitare

Ma quali sono i luoghi da visitare assolutamente a Siviglia?

    • I Palazzi Reali: sono dei maestosi monumenti caratterizzati da una mescolanza di stili che vanno dal neoclassico all’islamico.
    • Casa di Pilato: è una vera e propria opera rinascimentale del XV secolo ed è considerata l’archetipo del palazzo andaluso. Pare che il palazzo sia ispirato alla casa di Ponzio Pilato sita a Gerusalemme. L’edificio è una combinazione di stili: gotico fiammeggiante, mudejar, rinascimentale. Ha un patio di 24 arcate con busti dei Cesari, pareti decorate in stile mudejar e moltissime statue romane.
    • Il Barrio di San Bartolomè: il quartiere di San Bartolomè si trova nel centro storico di Siviglia ed è uno dei luoghi più antichi della città. All’epoca del re Filippo III, il quartiere era popolato da ebrei sefarditi, e, il quartiere stesso veniva chiamato “la Juderia”. Gli edifici ebraici vennero successivamente rimpiazzati con dei templi cristiani. Il quartiere infatti ospita la chiesa di Santa Maria la Blanca, la chiesa di Santa Magdalena, la Plaza de San Franciso, la casa di Pilato e il palazzo dell’Ayuntamiento. San Bartolomé, con le sue deliziose stradine strette, è un luogo silenzioso, tutto da visitare con calma e tranquillità (ovviamente a piedi).
    • Il Quartiere di Triana: situato sulla riva occidentale del fiume Guadalquivir, il quartiere di Triana, era originariamente un quartiere di marinai, operai e ceramisti (ancora adesso infatti, passeggiando per il quartiere, si possono acquistare le ceramiche artigianali tipiche del posto). Questo piccolo quartiere, sembra un mondo a sé, è piccolo ma veramente splendido, rappresenta l’animo popolare e operoso della città. Si arriva nel quartiere, attraversando il ponte di Isabella II.
    • Plaza de España: la famosissima Plaza de España, è uno degli spazi architettonici più maestosi di Siviglia, venne costruita attorno al 1929, su progetto dell’artista Annibale Gonzalez. Si trova all’interno del Parco di Marìa Luisa e la sua superficie totale è di 50.000 metri quadrati, 19.000 sono edificati e i rimanenti sono tutti liberi. La piazza ha una forma semicircolare ed è decorata in mattoni a vista, marmo e ceramica, le 48 panche presenti sulle pareti, rappresentano le province spagnole. Il Palacio Español presente al suo interno, invece, rappresenta la potenza mondiale spagnola. Il canale che percorre la piazza è attraversato da 4 ponti, che simboleggiano i 4 antichi regni di Spagna.
    • La Cattedrale de Santa Maria: questa magnifica cattedrale è composta da cinque navate interne, tutte in stile gotico e da due cappelle: la Cappella Maggiore e la Cappella Reale. La Cappella Maggiore preserva i dipinti che ritraggono la vita di Cristo e della Vergine Maria. Mentre nella Cappella Reale si trovano il pantheon di re Fernando e del figlio Alfonso e altre tombe della famiglia reale. La Cattedrale di Siviglia è la cattedrale gotica più grande del mondo.
  • La Giralda: non è altro che la torre campanaria della Cattedrale. È alta 96 metri e deve il suo nome alla statua della Fede, denominata Giraldillo, che si eleva su di essa e gira in base alla direzione del vento. Passando per la Cattedrale, è possibile accedere ad una specie di piattaforma, situata in cima alla torre, dove si può ammirare tutta Siviglia dall’alto. Uno spettacolo da non perdere!
Leggi anche  Voglia di vacanze? Ecco i 10 motivi per andare alle Hawaii!

Articoli da leggere:

Loading...
loading...

I commenti sono chiusi

Advertisement

Che c’è di nuovo?

Top