lago dei cinque fiori

Il Lago dei Cinque Fiori: uno dei luoghi più belli della Cina

Il Lago dei Cinque Fiori è uno dei luoghi più suggestivi e magici al mondo, di una bellezza ineguagliabile e di un fascino che rimane impresso. Si trova nella Valle del Jiuzhaigou, in Cina, una riserva naturale dello Sichuan, famosa per le cascate e per i numerosi specchi d’acqua. Un luogo dichiarato Patrimonio dell’UNESCO dal 1992, uno di quelli che bisogna assolutamente vedere almeno una volta nella vita.

Dove si trova il Lago dei Cinque Fiori

Il Lago dei Cinque Fiori in Cina si trova in un’area a sud della catena dei monti Minshan, scoperta dal Governo nel 1972. La zona è stata abitata per secoli dagli Qiang e dalle popolazioni del Tibet. Nel 1982 fu nominata parco nazionale e nel 1997 riserva della biosfera. Oggi si tratta di una delle più importanti attrazioni della zona. Infatti è il luogo preferito per tutti quei viaggiatori che sono alla ricerca di un’esperienza autentica e di un contatto profondo con la natura.

Il Lago dei Cinque Fiori è bellissimo, pittoresco e caratteristico. Ci vivono i rinopitechi dorati e i panda e si susseguono montagne e ghiacciai. I laghi che vi si trovano sono spettacolari, da mozzare il fiato, dalle acque limpide con le più belle sfumature dal verde all’azzurro. Tutti di origine glaciale, il più suggestivo è il Lago dei Cinque Fiori, il cui nome deriva dal fatto che le sue acque sembrano quasi riflettere un giardino in fiore. Questo riflesso incredibile è dato dalla presenza delle piante e dei minerali sul fondale e da una luce unica.

Non è difficile credere che la popolazione lo consideri sacro, durante la visita sembra di essere dentro a un quadro, in un paesaggio raffigurato da un pittore. Colori unici, uno specchio d’acqua immerso nella natura. Il Lago dei Cinque Fiori è considerato uno dei più belli del mondo, dove è possibile fare delle visite guidate.

Sul fondale ci sono anche tronchi di alberi caduti, che si intravedono grazie alle acque trasparenti e che rendono quello scenario naturale ancora più suggestivo e originale.

Loading...
Leggi anche  Vacanze a Siviglia: ecco cosa visitare

La storia della Valle Jiuzhaigou

La Valle di Jiuzhaigou si estende per circa 30 km di lunghezza, percorsa in continuazione da autobus che portano i turisti alla visita. Essi possono quindi salire e scendere in continuazione, con delle guide che danno informazioni sulla zona, purtroppo solo in cinese. Nella valle ci sono nove villaggi tibetani immersi nella natura, tra laghi, boschi e cascate. Tutt’attorno sorgono le alte cime di dolomia e tufo del Minshan, che arrivano fino a 4.500 metri d’altezza.

La valle si è formata grazie a migliaia di anni di attività tettonica, idrologica e glaciale. Il parco è un vero e proprio paradiso per gli amanti della natura, immerso nella foresta che durante l’inverno attira moltissimi uccelli dai colori vivaci.

La valle è stata nominata Patrimonio dell’UNESCO e Riserva Mondiale della Biosfera grazie alla presenza di più di 220 specie di piante e di animali in pericolo d’estinzione. I costumi locali delle popolazioni conferiscono al luogo un’atmosfera ancora più magica.

La leggenda narra che molto tempo fa Dago, il dio della montagna, si era innamorato della dea Semo. Egli le aveva regalato uno specchio fatto di vento e nuvole. Purtroppo un demone turbava il loro amore e quindi Semo, inavvertitamente, ruppe lo specchio, che si frantumò in 108 pezzi. Questi caddero sulla Terra e si trasformarono proprio in quei coloratissimi laghi della Valle di Jiuzhaigou. La popolazione locale li chiama anche Haizi, ovvero figli del mare.

Articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su