Mal d'auto: rimedi

Rimedi Contro il Mal D’Auto: Scopri quali sono

Ecco i migliori rimedi contro il mal d’auto. Soffri di questo fastidioso disturbo e non sai come liberartene? Non ti resta che leggere l’articolo.

Il cielo è azzurro, il mare è verde, e voi siete lì, con gli occhi scintillanti e le guance rosa, sul ponte inondato di sole di una barca a vela che ciondola fra le onde. Ciondola e si inclina. Si inclina e risale. Risale e sbanda. Sbanda e rolla. Rolla e balza. Balza e sprofonda. Sprofonda e spruzza. Spruzza e scroscia. Scroscia e ribolle. Rolla, beccheggia, si immerge, gorgoglia. Spruzza, scroscia e rivolta lo stomaco. E prima che ve ne accorgiate, il vostro pranzo vola a tutta velocità tra le acqua verdi e scintillanti. È un po’ perturbante ammettiamolo.

Si chiama “mal di mare”, e capita che ne soffrano anche i marinai più esperti. Quando si vola, si chiama “mal d’aria”. A terra si chiama “mal d’auto”. E poi c’è la nausea da luna park, almeno un visitatore al giorno diventa verde sulle montagne russe. Ma è sempre la stessa cosa: quella sensazione di nausea e di disagio che ha il nome generico di cinetosi, o nausea da movimento.

Mal d’auto cos’è

La cinetosi (mal d’auto) si verifica quando il cervello riceve informazioni contraddittorie sull’ambiente” spiega Rafael Tarnopolsky, docente di otorinolaringoiatria all’Università di medicina osteopatica nello lowa. Per tenere in equilibrio il corpo, il nostro sistema sensoriale coglie continuamente informazioni a proposito dell’ambiente circostante e le mantiene all’orecchio interno, come un elaboratore organizza i dati e li invia al cervello.

Quando il sistema dell’equilibrio nota una discrepanza fra i dati dell’orecchio e dell’occhio si verifica la nausea da movimento. Non capita a tutti, ma quando capita i segnali sono chiarissimi. E se le cose non migliorano, vomitiamo.

Una volta che i sintomi cominciano, può essere molto difficile arrestare la cinetosi, specialmente se avete raggiunto il vostro personale punto di non ritorno, che di solito arriva quando comincia la nausea. Ma i rimedi naturali che seguono possono aiutare a migliorare i sintomi e possono anche bloccarli.

Meglio ancora, possono addirittura prevenirli, per la prossima volta che vi trovate a fare su e giù, su e giù, sull’onda di un bellissimo dopopranzo.

Rimedi contro il mal d’auto

Cosa fare per prevenire il mal d’auto e/o alleviarne i disturbi?Pensate a come è bello viaggiare: la nausea da movimento è in parte psicologica, se pensate che vomiterete, probabilmente lo farete davvero. Cercate di pensare a qualcosa di bello;

Non fatevi contagiare

Capita spesso. Magari siete fuori in barca a pescare. Tutti stanno bene, improvvisamente qualcuno è preso dalla nausea. Voi guardate con simpatia, forse offrite anche una spalla su cui piangere. Poco dopo siete voi la vittima successiva; poi tocca a qualcun altro. È la teoria del dominio. Per quanto possa sembrare crudele, fate del vostro meglio per ignorare gli altri che stanno male, altrimenti finirete nella stessa barca.

Evitate i cattivi odori

I cattivi odori come i gas di scarico del motore o il pesce, possono contribuire alla nausea.

Spegnete la sigaretta

Se siete un fumatore, magari pensate che accendere una sigaretta può calmarvi, aiutandovi a controllare la nausea. Sbagliato: il fumo di sigaretta può solo che contribuire alla nausea.

Viaggiate di notte

Le vostre probabilità di avere la nausea di notte diminuiscono perché non riuscite a vedere il movimento come di giorno.

Attenti ai cibi che vi sono antipatici

Se ci sono degli alimenti che non vi piacciono molto, neppure quando siete ben fermi, state in guardia: vi piaceranno ancor meno mentre siete in movimento.

Cercate l’aria fresca

Allontanate la nausea con una boccata di aria fresca. In macchina aprite il finestrino. Su una nave, state sul ponte ed esponetevi alla brezza del mare. In aereo , aprite l’aeratore che avete sopra la testa.

Prima di bere alcol pensateci

Troppo alcol può interferire con la capacità del cervello di organizzare le informazioni ambientali  e scatenare i sintomi della cinetosi;

Dormite a sufficienza

Più siete stanchi, più è facile che vi venga la nausea. Se siete un passeggero, una dormitina per strada non vi farà male.

State seduti

Il vostro cervello è già confuso abbastanza senza che creiate altri pasticci muovendovi. In particolare tenete in ferma la testa.

Loading...

Guardate in avanti

Uno dei rimedi contro il mal d’auto è quello di mettervi sul sedile davanti e concentrarvi sulla strada e sull’orizzonte. Questo terrà in accordo i segnali che provengono dal corpo e dagli occhi.

Leggi anche  Sintomi pre–mestruali: curali con il magnesio

Non leggere

Non leggete mentre viaggiate in macchina o in un aeroplano agitato o in barca. Il movimento del veicolo fa muovere la pagina stampata, dandovi un senso di stordimento. Ma se dovete leggere, ecco come potete farlo senza farvi venire la nausea:

  • Abbassatevi sul sedile e tenete la pagina a livello degli occhi. Non è l’atto di leggere in sé che vi da la nausea, ma l’angolo con cui lo fate. Quando guardate in giù mentre viaggiate in macchina, il movimento che è visibile dal finestrino laterale colpisce gli occhi a un angolo diverso dal solito ed è questo che scatena i sintomi. Il sistema qui suggerito mette gli occhi nella stessa posizione di quando guardate la strada;
  • Tenete le mani vicino alle tempie per tagliar fuori quello che si muove, oppure voltate la schiena al finestrino più vicino.

Trovate il baricentro

Su una nave, scegliete una cabina a metà scafo, dove si avverte il minimo rollio e beccheggio. Su una barchetta non avete questa via di uscita, anche se una cabina a prua può essere più tollerabile di una  a poppa.

Fissate gli occhi su qualcosa che sta fermo

Un altro dei rimedi contro il mal d’auto è quello di fissare qualcosa che sta immobile. Questo vi aiuterà a tenere in equilibrio il sistema sensoriale. Per esempio, se state in piedi in una barca che beccheggia e fissate l’orizzonte, potete stare male, perché l’orizzonte oscilla inseme con voi. Invece fissate gli occhi su un punto fermo nel cielo o sulla terra, a distanza.

Prendete prima una pillola

Se con voi i rimedi contro il mal d’auto non funzionano, forse è il caso di pensare ad una pillola contro il mal d’auto. Presa con qualche ora di anticipo, può impedire ai sintomi di manifestarsi. Una o due compresse agiscono per 24 ore. Ma assicuratevi di prenderle in anticipo, perché non servono a niente se le prendete dopo l’inizio dei sintomi.

Rimedi naturali contro il mal d’auto

Forse non funzionano per tutti, ma alcuni rimedi popolari contro la nausea vengono utilizzati da sempre. Non per tutti funzionano, ma vale la pena provare:

Zenzero

E’ uno di quei rimedi contro il mal d’auto che risulta essere un vero e proprio toccasana. I prima europei che sono sbarcati nel Nuovo Mondo, utilizzavano lo zenzero per alleviare i disturbi del viaggio attraverso l’Oceano. La tradizione è vecchia di secoli, ma recentemente il rimedio che consiste nel masticare un pezzetto di zenzero ha superato l’analisi della scienza. Un esperimento ha infatti dimostrato che due capsule di zenzero in polvere prevengono il mal d’auto meglio di una pastiglia antinausea. I ricercatori pensano che lo zenzero agisca assorbendo gli acidi e bloccando la nausea nel tratto gastrointestinale.

Olive e limoni

nei primi momenti il mal d’auto provoca un eccesso di saliva, che si raccoglie nello stomaco e provoca la nausea. Le olive producono sostanze chimiche dette tannini, che asciugano la bocca. Secondo questa teorie, mangiare un paio di olive ai primi sintomi di malessere può aiutare a controllare la nausea: succhiare un limone molto acido ha lo stesso effetto.

Biscotti secchi

I biscotti non bloccano la salivazione, ma assorbono l’eccesso di liquido che arriva nello stomaco. I loro ingredienti “segreti” sono il bicarbonato e il cremotartaro.

Ricordatevi che solo i tempo è in grado di risanare ogni ferita. Quando avvertite la nausea da movimento, magari vi sentite come se steste per morire, anzi, magari la morte vi sembra una benedizione, ma la cinetosi non uccide. Alla fine, il corpo si abitua ad ogni situazione, su una nave, su una barca ecc. Certo, ci vorrà qualche giorno, ma prima o poi smetterà di reagire. Quindi portate pazienza e vedrete che le cose miglioreranno sicuramente.

Articoli da leggere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su