Abbracciarsi è un segno d'affetto, un gesto che ci permette di avvicinarci agli altri e di entrare in sintonia con loro. Ha un fortissimo valore comunicativo e i suoi effetti positivi li sperimentiamo sin dall'infanzia, quando impauriti o tristi, l'abbraccio di una persona cara, aveva il potere di consolarci e darci coraggio. Da adulti, abbiamo bisogno dello stesso nutrimento, e man mano che "cresciamo" si riduce il numero degli abbracci che riceviamo, dimenticandoci troppo spesso, che questo contatto fisico determina una serie di benefici sulla nostra salute fisica e psicologica, come molti studi hanno dimostrato.

Gli abbracci dati con affetto e disinteressati:

  1. Migliorano le relazioni, aumentano il senso di autostima, di sicurezza, fiducia e appartenenza. La ricerca ha dimostrato, che nelle relazioni in cui sia presente il contatto fisico sotto forma di abbracci e coccole, sono più durature e i conflitti vengono gestiti con più facilità.
  2. Riducono lo stress, l'ansia e la pressione sanguigna. Durante un abbraccio aumenta la produzione di ossitocina, ormone che ha il potere di alleviare l'ansia sociale e accrescere il sentimento di fiducia.
  3. Rendono felici in quanto il contatto fisico fa aumentare il livello della serotonina, considerato l'ormone della felicità.
  4. Sono rilassanti
  5. Comunicano le emozioni in maniera efficace, senza bisogno di parole

Allora che aspettiamo ad abbracciarci, ad abbracciarci di nuovo e poi di nuovo, tutte le volte che abbiamo bisogno di dare e ricevere amore?