Ansia, noia, difficoltà famigliari… ed ecco che ci ritroviamo a mordicchiarci unghie e pellicine.

Questo problema affligge tantissima gente che ci sta accanto e, magari, proprio anche te che stai leggendo e si chiama onicofagia. L’onicofagia va affrontata perché, a lungo andare, può causare problemi a denti, gengive o parti interne tramite graffi o altro.

Sei tra le persone afflitte da questa patologia e volete uscirne? Provate a seguire questi suggerimenti:

  1. mettete i cerotti sulle unghie per qualche settimana cambiandoli spesso. Se riprendete a morderle, rimettete i cerotti;
  2. usate degli smalti appositi che si trovano tranquillamente in farmacia che, avendo un sapore molto amaro, aiutano a non mordere le unghie;
  3. immergete le unghie in olio d’oliva per 20 minuti dopo avervi fatto marinare aglio, cipolla o peperoncino. Il cattivo sapore resterà sulle unghie impedendovi di morderle;
  4. portate con voi una caramella od una cicca e, nel momento in cui avete la necessità di rosicchiarvi le unghie, mettetela in bocca al posto del dito;
  5. tenetevi impegnati con una moneta o un elastico in modo da occupare le mani nel momento in cui vorreste mordervi le unghie;
  6. concedetevi una manicure ogni tanto in modo da avere le mai sempre ben curate con unghie non troppo lunghe. Quando vedrete il bel lavoro fatto, non vorrete rovinarlo mangiandolo;
  7. immergere le unghie nell’aceto bianco per 5 minuti in modo da non mordicchiarvele per non sentire il sapore forte.

Ecco alcuni rimedi per non rosicchiarvi più le unghie, ma ricorrete ad un esperto nel caso di un problema cronico. Provate, nel frattempo, queste soluzioni e diteci poi se con voi hanno funzionato!