I tacchi alti sono da sempre il simbolo di femminilità per eccellenza. Difficile rinunciarci, soprattutto se dobbiamo accessoriare un outfit particolarmente glamour. Quando la nostra passione per lo shopping ha il sopravvento è quasi impossibile trattenersi dall'acquistare quel delizioso sandalo con tacco 12 o la zeppa altissima con tanto di mega plateau vertiginoso che abbiamo visto in vetrina. Quando li indossiamo a lungo, ci accorgiamo però che a fine serata il risultato è sempre lo stesso: piedi doloranti e schiena a pezzi. Già perché portare i tacchi alti costa, e non solo in termini di prezzo della calzatura. Il prezzo più alto lo paga la nostra salute.

Ma gli esperti cosa dicono? Tacchi alti si o tacchi alti no?

La risposta come sempre è nel mezzo e quindi diciamo "ni"!

Portare i tacchi alti per alcune ore, una volta ogni tanto, non pregiudica la salute più di tanto, perché i danni arrivano soprattutto con un utilizzo dei tacchi alti costante e ripetuto nel tempo.

Ma quali sono i problemi di salute che possono derivare dall'indossare a lungo tacchi alti?

Le regioni del corpo che più possono soffrire della postura sbagliata che i tacchi alti fanno assumere a tutto il corpo sono sostanzialmente tre: piedi, gambe e schiena. Compromettendo la salute di queste parti sarà però tutto il corpo a soffrirne. Ma vediamo nello specifico a quali patologie si può andare incontro a causa dell'uso eccessivo dei tacchi alti.

  • Piedi
    • Le scarpe che normalmente sono consigliate dagli esperti hanno un tacco che consente di distribuire il peso corporeo in modo uniforme sulle varie parti del piede. Questi tacchi in genere vanno dai 3 cm ai 5 cm al massimo. Quando si indossano tacchi più alti il peso corporeo si sposta per lo più sull'avampiede e può causare problemi come: 
      • Alluce valgo
      • Dita a martello
      • Metatarsalgia
  • Gambe
    • Così come i piedi anche le gambe possono soffrire non poco la postura sbagliata dei tacchi alti. A dire il vero molte li scelgono perché le scarpe con il tacco alto conferiscono un'andatura sensuale e fanno sembrare le gambe esteticamente più belle e slanciate, ma i problemi fisici a cui vanno incontro gli arti inferiori possono rovinare l'idillio. Ecco alcuni possibili problemi che si possono avere alle gambe quando si fa un uso smodato di tacchi alti.
      • Tendiniti
      • Lesioni alle ginocchia (artriti e artrosi prematura)
      • Dolori muscolari al polpaccio
  • Schiena
    • Per finire veniamo alla schiena, la colonna portante di tutto il corpo. Problemi alla schiena causati dai tacchi alti possono ripercuotersi sul benessere di tutto l'organismo, causando un malessere diffuso e una lunga scia di fastidi concatenati. Ecco cosa può scaturire dai problemi alla schiena provocati dai tacchi alti:
      • Lombalgia
      • vertigini
      • mal di testa

Dobbiamo poi aggiungere tutte quelle possibili patologie che i tacchi alti possono causare in modo indiretto, come le cadute o le distorsioni e i microtraumi che questi comportano, oltre ad un'oggettiva difficoltà a camminare se il tacco è davvero esagerato.

Loading...

A questo punto la domanda nasce spontanea: ma i tacchi alti sono quindi sempre e solo negativi?

Ovviamente no! Nell'indossare scarpe con il tacco alto ci sono dei lati positivi che vanno assolutamente considerati, come un aumento dell'autostima dato da una maggior sicurezza di se e della propria femminilità, una figura più slanciata ed elegante, e poi diciamoci la verità, queste scarpe sono davvero molto belle.

La soluzione come sempre è non esagerare e quindi attenersi a delle semplici regole:

  1. Indossare le scarpe con il tacco alto per poche ore e non tutti i giorni
  2. Evitare di contro le scarpe troppo basse e il passaggio repentino dalle ballerine ai tacchi alti che potrebbe causare problemi al tendine d'Achille
  3. Preferire per tutti i giorni scarpe con tacchi di 4 o 5 centimetri