Contrariamente a quanto si pensa, le cisti ovariche sono molto comuni, colpiscono un'alta percentuale di donne tra i 15 e i 47 anni. Le cisti ovariche non sono altre che piccole sacche piene di liquido che si trovano all'interno o sulla superficie delle ovaie.

Le cisti più diffuse sono le cisti funzionali , ovvero quelle che si sono sviluppate durante il normale funzionamento del ciclo mestruale. Questo tipo di cisti solitamente non sono affatto pericolose e spesso scompaiono da sole dopo pochi mesi (circa 1-2 cicli mestruali). Le masse cistiche che si sviluppano dopo la menopausa, invece, potrebbero essere di natura tumorale ( maligne ).


Le cisti funzionali diventano un problema quando si rompono. I sintomi che possono causare sono:

  • dolore pelvico (un dolore continuo o intermittente che si può irradiare fino al fondo schiena e alle cosce);

  • dolore addominale;

  • alterazione del ciclo mestruale;

  • pressione sulla vescica o sul retto;

  • nausea;

  • vomito;

  • dolore al seno;

  • dolore durante i rapporti sessuali;

  • sensazione di pesantezza nello stomaco.

Le terapie adottate più comuni sono la  pillola anticoncezionale , per ridurre il rischio di sviluppare altre cisti funzionali durante i cicli mestruali successivi, oppure l' intervento chirurgico se le cisti hanno assunto dimensioni eccessive e se non sono di natura funzionale.

Ecco perché è molto importante recarsi periodicamente dal ginecologo per le visite di controllo: basta una semplice ecografia pelvica da un medico specialista per tenere sotto controllo le cisti.

Prevenzione , sempre!